Vino: dal bicchiere alle SPA più rinomate

vino

Tutti i benefici della vinoterapia

Autunno: stagione di uva, vino e…benessere. Quale modo migliore, dunque, per proteggere la cute dal cambio stagione, di offrirle una serie di trattamenti a base del nettare protagonista del momento? Il vino rosso infatti offre numerose proprietà che spaziano dall’anti-aging alla lotta al colesterolo.

Vinoterapia e proprietà del vino

vino

“Vino rosso fa buon sangue” dicevano i nostri nonni, e non avevano tutti i torti. Non per niente, una delle qualità di questa bevanda è di proteggere i capillari, favorendo la circolazione e abbassando persino le possibilità di contrarre malattie cardiovascolari.

Da un punto di vista estetico, tuttavia, va menzionato il suo alto contenuti di polifenoli, dei quali il più importante è di certo il resveratrolo. Quest’ultimo è contenuto in particolare nella buccia e nei semi dell’uva (vinaccioli) e si distingue per le sue importanti proprietà antiinfiammatorie e antiossidanti. Esso quindi agisce difendendo la cute dall’invecchiamento, in particolare quello derivato dall’esposizione solare. Pare inoltre avere un effetto stimolante sui fibroblasti, le cellule responsabili della formazione del collagene. Il resveratrolo infine contrasta la formazione dei radicali liberi in modo più efficace persino della vitamina C ed E.

Non stupisce pertanto che il vino sia diventato la sostanza prediletta per una serie di trattamenti estetici offerti in particolar modo nelle SPA. La vinoterapia, a dire il vero, è tutt’altro che una novità. Già utilizzata dagli antichi greci e romani, infatti, la pratica si è affinata negli anni ’90 in Francia, dove ha assunto le caratteristiche tipiche delle terapie moderne. I trattamenti offerti oggi pertanto sono in grado di sfruttare al meglio le qualità del prezioso nettare.

Applicazioni e tipologie di vino più usate

vino

La vinoterapia è consigliata per:

  • Ringiovanimento cutaneo;
  • Miglioramento del microcircolo;
  • Regolazione del colesterolo;
  • Depurazione dell’organismo;
  • Rilassamento corporeo e mentale.

I vini principalmente utilizzati sono naturalmente quelli più ricchi di polifenoli. Tra questi ricordiamo: Lambrusco, Chianti, Cabernet e Merlot.

…Non solo in tavola, quindi, ma anche sulla pelle.

Trattamenti al vino

vino
Fig.1

Scrub ai vinaccioli

Ideale per le pelli miste o a tendenza grassa, questo scrub utilizza i semi dell’uva per esfoliare delicatamente la cute. La pelle viene liberata dalle impurità e dai pori dilatati, grazie alle proprietà astringenti dei vinaccioli. Questi ultimi inoltre contengono acidi grassi insaturi che nutrono la cute e la rendono più liscia ed elastica.

Bagno nel vino rosso

È particolarmente indicato per idratare, detergere e rigenerare la pelle del corpo. L’effetto si tradurrà quindi in una maggiore morbidezza e luminosità, immediatamente apprezzabili. L’azione antiossidante del vino inoltre distende la cute e la protegge dal sole e dagli agenti atmosferici. Nel lungo periodo infine, si assisterà ad un perfezionamento cutaneo dovuto alla progressiva formazione di neo-collagene.

Massaggio alle vinacce

Noto per le sue proprietà drenanti, questo massaggio contrasta efficacemente la ritenzione idrica e di conseguenza la formazione di cellulite. Esso inoltre favorisce la circolazione sanguigna e linfatica, prevenendo il ristagno dei liquidi. La pelle apparirà dunque più tonica e gli arti – con particolare riferimento alle gambe – risulteranno più leggeri. Non da ultimo si proverà una sensazione di diffuso rilassamento.

 

Immagini:

Fig.1: https://youtu.be/Wun4W17R9ow  (1:47)

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.