Massaggio Sportivo, risposta all’affaticamento muscolare

massaggio sportivo

Per atleti professionisti e amatoriali

Il massaggio sportivo interviene a margine di un duro allenamento o una dura competizione.

massaggio sportivoPioggia, sole e neve, al freddo o sotto il sole cocente… avete tenuto duro. Non importa se sulle due ruote, fra salite e discese, o se in marcia, di sprint, per chilometri e chilometri: il fatto è che finalmente, dopo tanti sacrifici, la gara è in vista, anzi: giusto dietro l’angolo.

A breve vi giocherete tutto, scenderete in campo, laddove ogni passo varrà ogni singola goccia di sudore spremuta durante gli allenamenti.

Giocoforza, è evidente che cercherete di arrivare al meglio, “in tiro” – come si dice in gergo – all’appuntamento. Ognuno ha le sue strategie e le sue scaramanzie, ovviamente. Su tutte però, a titolo generale vale l’alimentazione corretta, la ricerca della quiete interiore e la pratica del massaggio sportivo per scaricare l’affaticamento muscolare.

Filosofia “guerriera”

Noi oggi scegliamo di approfondire esattamente quest’ultimo punto, ossia di dare spazio ad una pratica che – ne siamo certi – terrete presente anche dopo la gara, per un’azione decontratturante, miorilassante, dunque finalizzata a stimolare la microcircolazione e ridurre le tensioni accumulate.

Questo, indipendentemente dai risultati che vi siete prefissati e che li abbiate raggiunti o meno, cioè a prescindere dalla vostra posizione finale in classifica, perché il cimento è con voi stessi e la vera conquista è migliorarsi.

Non vince chi gareggia per vincere, ma chi gareggia superare, senza scorciatoie, i propri limiti: costantemente e senza scuse. I risultati poi, se devono arrivare, arriveranno.

Dopotutto, la massima spesso bistrattata di De Coubertin “l’importante è partecipare” non mitigava affatto l’impegno devoluto in competizione nello scomodare ad attenuante il fatto che comunque non ci si era tirati indietro; il succo era un altro, ben più profondo: date il meglio, date tutto. Anche se arriverete ultimi, avrete onorato lo spirito dello sport.

Noi siamo sicuri che lo farete!

Come funziona il massaggio sportivo

Il massaggio sportivo viene effettuato su specifiche regioni corporee, e le relative finalità fanno leva sia su principi fisico-meccanici, lavorando su tendini, muscoli e legamenti – che a seconda della tipologia di sport praticato vengono sollecitati in maniera differente – sia su presupposti più aleatori e meno quantificabili sebbene non per questo imposturali quali le ricadute

positive sullo stato emotivo del soggetto trattato. Il massaggio infatti, da un lato aumenta il flusso sanguigno nell’area interessata

e dall’altro stimola i processi di rilassamento. In ultima analisi, si reca beneficio al corpo e insieme ci si prende cura della mente, agevolandone l’omeostasi o comunque il miglioramento dell’umore.

La seduta

Durante la seduta si produce un effetto drenante sui tessuti in ragione dell’aumento della temperatura post-frizione, con relativo aumento del flusso sanguigno che andrà a rimuovere le tossine accumulate nei tessuti muscolari (acido lattico), nonché (decontratturando) a ridurre la pressione arteriosa. Parallelamente, il sistema nervoso sollecitato invia stimoli positivi al cervello con conseguente rilascio di endorfine e riduzione dello stress, dei livelli di cortisolo.

Tutti sanno infatti che, per quanto un atleta abbia curato nel dettaglio la preparazione, è sostanzialmente l’ansia a giocare i più brutti scherzi, ingenerando rigidità posturali e muscolari che possono eventualmente aumentare le possibilità di incorrere in un infortunio, ciò indipendentemente dalla facilità d’esecuzione di un esercizio o dell’attenzione che vi si investe.

Massaggio professionale o “fai da te”?

Il personale che si prenderà cura di voi avrà quindi la premura di farvi accomodare sulla superficie piana deputata al trattamento e, avvalendosi di prodotti specifici ad uso topico come riscaldanti o defaticanti, frizionare energicamente il derma e la muscolatura profonda.

Chiaro, in commercio sono disponibili prodotti appositi anche per l’auto massaggio; ad ogni modo, noi ci sentiamo di consigliare – qualora ne sentiste il bisogno – la prestazione professionale in quanto il lavoro sui tessuti non consta banalmente in una tecnica di “impasto” alla cieca, quanto di una manovra sapiente che deve tenere conto dell’anatomia della regione, massaggiando il muscolo senza rischiare di accavallarne le fibre.

 Costi

I benefici del massaggio sportivo, abbiamo detto, sono notevoli, sia per gli atleti professionisti che per tutti coloro che nonostante il livello non agonisitico, scelgono di cimentarsi in competizioni di natura diversa. Senz’ombra di dubbio, dunque, la prestazione vale il suo costo. Parliamo in media di circa 50-80 euro per 60 minuti di massaggio.

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.