Chirurgia estetica e falsi miti: cosa credere e cosa no

chirurgia estetica

Le leggende metropolitane più comuni sugli interventi di bellezza

Nonostante la chirurgia estetica sia un ambito sempre più noto e ricercato, sono ancora molte le notizie errate in circolazione. A questo proposito, la AICPE  ha deciso di fare chiarezza elencando i 10 miti da sfatare nell’ambito della chirurgia plastica. Su alcuni ci sarebbe da discutere, come ad esempio il fatto che la chirurgia estetica sia alla portata di tutti, su altri però non c’è dubbio. Vediamo di seguito alcuni punti secondo noi fondamentali.

• Chirurgia estetica è sinonimo di artificiosità. FALSO

Se ben eseguiti gli interventi estetici non si vedono. Quello che si vede sono i risultati mediocri di medici avidi o non specializzati; si notano anche le richieste assurde di pazienti che rifiutano i pareri contrari. La chirurgia estetica, quella vera, non stravolge i lineamenti e non eccede nei ritocchi; mira solamente a far sentire meglio i pazienti nel proprio corpo.

• La chirurgia estetica è una cosa da donne. FALSO

È vero che le donne si sottopongono ad un range più ampio di interventi di bellezza, ma la percentuale di uomini che si rivolgono al chirurgo estetico è notevolmente aumentata. Secondo la ASAPS (American Society for Aesthetic Plastic Surgery), dalla fine degli anni Novanta ad oggi il numero di uomini che si sono concessi un ritocco è addirittura triplicato. Gli interventi più richiesti sono: rinoplastica, liposuzione, blefaroplastica, correzione della ginecomastia e otoplastica.

La soft-chirurgia non prevede cicatrici. FALSO

La chirurgia prevede sempre delle cicatrici, magari minime, nascoste o quasi invisibili, ma pur sempre di cicatrici si tratta; sarebbe impossibile non crearle affatto. È sicuramente vero che la ricerca e l’esperienza hanno permesso di condurre a interventi sempre meno invasivi e dolorosi e che un bravo chirurgo è in grado di limitare notevolmente le incisioni da effettuare così da non lasciare segni evidenti sul corpo. Per chi però non volesse neanche sentir parlare di bisturi, sono sempre più diffusi i trattamenti di bellezza non invasivi, che non richiedono punti, medicazioni o tempi di recupero. Certo, i risultati sono molto più blandi e meno duraturi, ma le alternative per i piccoli inestetismi sono tantissime.

chirurgia estetica

Un chirurgo vale l’altro. FALSO

In Italia qualsiasi medico laureato genericamente in Medicina e Chirurgia può essere abilitato ad effettuare un intervento di chirurgia plastica. In questo senso, ad esempio, un oftalmologo potrebbe eseguire interventi estetici agli occhi pur senza un training specifico in chirurgia estetica, poiché qui questa specializzazione ancora non esiste. Esiste tuttavia la specializzazione in Chirurgia Plastica, che comprende sia gli interventi estetici che quelli ricostruttivi e che richiede ulteriori 5 anni di studio dedicato. Pertanto, quando si decide di sottoporsi ad un intervento estetico sarebbe bene rivolgersi solo ed esclusivamente a quei chirurghi che hanno la specializzazione e che quindi siano in grado non solo di correggere l’inestetismo, ma di farlo nel modo migliore e più discreto. In caso di dubbi è possibile controllare l’elenco tramite la AICPE o la SICPRE, la Società Italiana Chirurgia Plastica Ricostruttiva Estetica.

La chirurgia estetica può darti l’aspetto che vuoi. FALSO

Gli interventi estetici possono correggere, smussare, ridefinire, migliorare, ma non fanno miracoli. Per questo motivo è meglio diffidare dai chirurghi che li promettono. Non tutti i pazienti sono candidati ideali di qualsiasi operazione estetica e all’interno di uno stesso intervento bisogna porsi i limiti che il nostro stesso corpo ci dà. Anche perché spesso l’esagerazione può metterci in serio pericolo e trasformare un lieve inestetismo in un rischio mortale. Un chirurgo affidabile saprà indicare quali interventi possono essere eseguiti e quali no e saprà consigliare fin dove spingersi in totale sicurezza.

Sono sempre di più i minorenni che si rivolgono alla chirurgia plastica. FALSO

L’AICPE smentisce. In Italia, i minorenni che richiedono interventi estetici sono fortunatamente una piccola percentuale, circa lo 0,4%, e le operazioni riguardano più che altro problemi di tipo funzionale o correzioni di deformità e inestetismi, come ad esempio le orecchie a sventola.

La chirurgia estetica può sostituire dieta ed esercizio fisico. FALSO

Sembra incredibile dover ancora chiarire questo aspetto. Nulla può sostituire uno stile di vita sano ed equilibrato, senza contare che se non si è in buone condizioni di salute è anche impossibile essere candidati per un intervento estetico. Allo stesso tempo è vero anche che la dieta e l’attività fisica da sole non sono in grado di risolvere qualsiasi inestetismo. La verità come sempre sta nel mezzo e il miglior modo di agire è combinare le due cose.

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.