Astenia autunnale: la stanchezza è di stagione

astenia

Consigli pratici per non lasciarsi sopraffare

In autunno le giornate si fanno più corte e il sole, notoriamente fonte di energia e buonumore, ci accompagna solo per poche ore al giorno… Sempre che non piova. Volenti o nolenti i ritmi cambiano, e i cicli di sonno e veglia si modificano di conseguenza. Allo stesso tempo, le temperature più basse richiedono al nostro organismo uno sforzo non indifferente per abituarsi. Il risultato è una forma di stanchezza cronica che attenta al nostro benessere: è l’ astenia autunnale.

Può durare da qualche giorno ad alcune settimane, ma scompare da sola man mano che il corpo reagisce. Tuttavia, non è detto che ci si debba rassegnare a questo indebolimento.

Astenia autunnale

I sintomi dell’ astenia sono vari e dipendono da persona a persona. In linea generale si tratta di:

  • Spossatezza;
  • Pesantezza degli arti;
  • Difficoltà di concentrazione;
  • Insonnia notturna e letargia diurna;
  • Irritabilità;
  • Debolezza.

Nulla di grave, quindi, ma può risultare fastidioso per chi deve conciliare questa svogliatezza con una routine frenetica. Infatti, paradossalmente, l’ astenia colpisce proprio nel momento di ripresa delle attività, sia lavorative che scolastiche. Un momento in cui, invece, avremmo bisogno di tutte le nostre energie. Allo stesso tempo, chiunque potrebbe esserne interessato, a maggior ragione coloro che sono già debilitati.

La buona notizia è che si tratta solo di una sindrome passeggera; e per fortuna esistono diversi metodi per tenerla a bada.

astenia

Regolarizzare il sonno

COSA FARE: La cosa migliore è cercare di andare a letto presto e possibilmente alla stessa ora ogni giorno. In aggiunta, l’ideale sarebbe non svegliarsi troppo tardi la mattina così da sfruttare al massimo le energie accumulate. Se i primi tempi il sonno faticasse ad arrivare potete aiutarvi con una tisana rilassante, o una camomilla, e un buon libro.

COSA NON FARE: Evitare di assumere cibi e bevande eccitanti la sera, come cioccolato, caffè o alcolici. Parimenti sono sconsigliate le attività serali che possono creare ansia o stress. Lasciate da parte tablet e computer dunque e cercate di non lavorare fino a tardi.

Alimentazione adeguata

COSA FARE: Via libera alla vitamina C contenuta ad esempio nell’uva e nei kiwi; essa rafforza il sistema immunitario e mantiene alti i livelli di energia. Perfetti per questo periodo sono anche la frutta secca e i cereali integrali. La prima è infatti ricca di omega 3 che rafforzano l’organismo, mentre i secondi sono facili da digerire ed evitano di incorrere nell’abbiocco post pranzo.

COSA NON FARE: Evitare i cibi industriali o precotti che possono appesantire. Non esagerare con la cena e non mangiare troppo a ridosso dell’ora di andare a dormire. Infine, limitare la frutta agli spuntini o a merenda di modo che non fermenti nello stomaco causando gonfiore.

Attività sportiva leggera ma regolare

COSA FARE: Lo sport e il movimento aiutano a scacciare lo stress e a calmare il corpo e la mente. La fatica inoltre stimola le endorfine e favorisce il riposo notturno. Viene riattivata altresì la circolazione sanguigna che ossigena i tessuti e il cervello, e pertanto aumenta i livelli di concentrazione. Se possibile, preferire l’esercizio fisico all’aperto, per lo meno finché il tempo lo consente.

COSA NON FARE: Soprattutto dopo un periodo di pausa estiva, è meglio rinunciare ad un allenamento troppo intenso. Ancor più importante, mai dimenticare la sessione di riscaldamento e in questo periodo portarla da 5-10 minuti anche a 15-20. Con il corpo già debilitato inoltre è facile rischiare di infortunarsi; prestare quindi particolare attenzione a mantenere la postura corretta e a non superare i propri limiti.

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.