Vampire Facelift ® e Vampire Facial ®

vampire

Sangue per la bellezza del viso

Il sangue, da sempre, suscita un misto di repulsione e fascino, soprattutto quando viene collegato all’immortale figura del vampiro. Romanzi e serie tv degli ultimi anni hanno contribuito a creare attorno a questa creatura un’aura mondana e modaiola, nella quale il sangue perde la sua accezione rivoltante e rientra di fatto in un’affascinante normalità. Pertanto, i trattamenti basati su questa sostanza escono dall’oscurità e diventano una tendenza…soprattutto quando promettono giovinezza e benessere.

PRP

vampire
Fig.1

I trattamenti antiage che impiegano il sangue, sfruttano in realtà le piastrine e i fattori di crescita (GF) in esso contenuti. In particolare, si basano sull’utilizzo del PRP o sangue ricco di piastrine (per saperne di più puoi leggere qui) ricavato direttamente dal sangue del paziente e lavorato con un particolare procedimento. Le piastrine “ingannano” il nostro corpo facendogli credere che ci sia una ferita da riparare e quindi innescando il processo di guarigione. In questo modo si stimolano i fibroblasti a produrre nuovo collagene e le cellule si attivano per rigenerare i tessuti. Il risultato è una pelle più tonica, luminosa e sana.

I trattamenti con PRP non sono una novità e vengono utilizzati ormai da molti anni per facilitare la guarigione di ferite, ustioni, distorsioni e fratture. Ma da quando il Dott. Charles Runels ha brevettato e depositato i marchi registrati Vampire Facelift ® e Vampire Facial ®, l’interesse è aumentato vertiginosamente fino a diventare una vera e propria moda.

Vampire Facelift ®

Come ci informa il sito dedicato, il Vampire Facelift ® è adatto a ridurre i segni dell’età, come il colorito spento, i contorni del viso non ben definiti, l’aria stanca e la trama cutanea irregolare. Si tratta di una buona alternativa alla chirurgia plastica estetica. La procedura prevede 3 passaggi:

  1. Si impiega un filler a base di acido ialuronico per ridisegnare l’ovale del viso e conferirgli un aspetto più giovane;
  2. Si preleva una piccola quantità di sangue e si separa la parte ricca di piastrine (PRP). In questo trattamento al PRP viene mescolato del cloruro di calcio per creare un composto più denso e duraturo, il Platelet Rich Fibrin Matrix (PRFM);
  3. Il viso del paziente viene intorpidito con un prodotto anestetico topico e si procede con le iniezioni di PRFM medianti aghi sottilissimi.

Si consigliano 3-4 sedute a distanza di circa un mese l’una dall’altra. I risultati del Vampire Facelift ® migliorano nel tempo e pare che durino anche fino a 12 mesi.

Vampire Facial ®

vampire
Fig.2: Vampire Facial

Per quanto i due termini vengano ritenuti sinonimi e quindi utilizzati indifferentemente, si tratta in realtà di trattamenti leggermente diversi. Il Vampire Facial ® è indicato in caso di colorito spento, rughe peri-buccali (il famigerato codice a barre) e cicatrici da acne, varicella o traumi. Il trattamento ha avuto un enorme successo e sono tantissime le star che vi si sottopongono. Anche il Vampire Facial ® prevede 3 passaggi:

  1. Dopo averla anestetizzata con un prodotto topico, la pelle viene preparata con la tecnica del needling: tanti micro-aghi passati sul viso per creare dei piccolissimi forellini;
  2. Si preleva una certa quantità di sangue dal paziente e la si inserisce in una centrifuga per separarne il PRP;
  3. Infine si cosparge la cute con il sangue ricco di piastrine in modo che esso penetri nei fori precedentemente creati.

Gli ultimi due step possono essere invertiti, o anche eseguiti contemporaneamente, e l’intera operazione richiede al massimo mezz’ora. L’effetto è una pelle più giovane, che continua a migliorare per 2-3 mesi e si mantiene tale per circa un anno.

Curiosità

Tra i vip che si sono sottoposti al trattamento, in molti hanno pubblicato delle foto con il volto pieno di sangue. Ora, il needling rende il viso abbastanza arrossato ed è normale che esca qualche goccia ematica, ma il PRP è una sostanza quasi del tutto trasparente, pertanto è quasi impossibile che vi dia l’aspetto di una maschera di sangue. Se quello è l’effetto che cercate conviene utilizzare…del concentrato di pomodoro.

 

 

Immagini:

In copertina: instagram_7sandras7

Fig.1: https://youtu.be/eW74ptUYtJs (2:41)

Fig.2: https://youtu.be/FyAHJxxO2hI (2:59)