Thigh Gap: cosce che fanno tendenza

thigh gap

Questione di peso o di conformazione fisica?

Il rinomato “thigh gap”, di cui negli ultimi tempi tanto si parla, altro non è che il varco che si crea tra l’inguine e le ginocchia, ovvero tra le cosce di un individuo nel momento in cui si trova in posizione eretta con i piedi uniti.  Esso ha poco a che vedere con il peso della persona, quanto piuttosto con la sua forma fisica, in particolare dipende dall’ampiezza del bacino. Fino a pochi anni fa era considerato antiestetico, mentre oggi spopola soprattutto tra i teenager. Ha preso piede prima in America e poi in Francia, e ora tutti vanno a caccia di nuove diete ed esercizi fisici per ottenere l’effetto desiderato. Su internet si diffondono metodiche e consigli, ma, come spesso accade, non sempre quelli giusti.

Dieta

Le diete che vanno per la maggiore sono in realtà piuttosto generiche e, fortunatamente, non consigliano il digiuno. Si indicano invece un regimi alimentari sani, lontani da cibi fritti, unti ed eccessivamente zuccherosi. Promuovono inoltre l’assunzione dei famosi due litri d’acqua giornalieri ed incitano all’attività fisica. Linee guida, quindi, teoricamente appropriate che tuttavia possono rivelarsi ugualmente pericolose se praticate con fanatismo. La scelta migliore, infatti, è quella di rivolgersi ad un nutrizionista che saprà indicare il percorso più adatto sulla base delle singole caratteristiche fisiche e dei risultati che si vogliono ottenere.

Attività fisica

Tra le attività fisiche maggiormente consigliate per il thigh gap c’è il nuoto, uno degli sport più completi perché coinvolge la maggior parte dei muscoli contemporaneamente. Ugualmente indicati sono la corsa, la camminata veloce e la bicicletta. Vengono suggeriti anche i massaggi drenanti e il ballo, in particolare quello caraibico che sembra impegnare in particolare le gambe.

Aiuti chirurgici

Dal punto di vista chirurgico, uno dei trattamenti maggiormente nominati è il lifting delle cosce. È bene tenere presente, tuttavia, che questo intervento non mira tanto alla creazione del thigh gap quanto alla correzione di inestetismi cutanei dovuti all’invecchiamento o a significative perdite di peso che comportano un rilassamento eccessivo dell’area. Tale alternativa dev’essere presa in considerazione esclusivamente da maggiorenni dietro consiglio del proprio chirurgo. 

 

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.