Movember 2017: la salute indossa i baffi

movember

Campagne, sport ed eventi per sostenere la salute maschile

Anche quest’anno è ricominciato Movember, il mese dedicato alla salute dell’uomo. Sono numerosi gli eventi organizzati dalla Movember Foundation, l’ente di beneficienza internazionale che si dedica ad informare e sostenere la lotta ad alcune fra le più gravi patologie che interessano il mondo maschile. Tutti possiamo contribuire, partecipando al progetto con idee, sudore e …baffi!

Mo Bros e Mo Sistas

A identificare la diffusione del movimento, c’è il suo simbolo per eccellenza: i baffi. Il termine Movember, infatti, è un acronimo composto dalle prime lettere di “Moustache” (baffi in inglese) e dalle ultime di November, mese scelto in rappresentanza.

Da qui, il nome usato per indicare i numerosi sostenitori del progetto, i Mo Bros (fratelli di baffo) e le Mo Sistas (sorelle di baffo), chiamate anche loro a partecipare (seppure senza mustacchi veri e propri).

Farsi crescere i baffi, dunque, più che un vezzo diventa un modo per diffondere il messaggio e sensibilizzare quante più persone possibili.

movember

L’obiettivo di Movember

Come già anticipato, lo scopo della Movember Foundation è quello di raccogliere fondi per contribuire a finanziare la ricerca e i servizi a sostegno della salute maschile.

Tra gli uomini, infatti, il tasso di morti premature causate da cancro alla prostata, cancro ai testicoli o sindromi depressive, è spaventosamente alto. Ma può essere arrestato.

La spinta alla prevenzione è dunque affiancata dalla collaborazione con istituzioni medico-scientifiche al fine di incrementare i trattamenti disponibili e la loro efficacia, aumentando così l’aspettativa di vita media. Pare infatti che gli uomini vivano mediamente 6 anni in meno delle donne, e sempre a loro spetta il triste primato di suicidi. Dati, questi, ancora poco noti e troppo poco considerati.

Come partecipare a Movember

movember

Entrare a far parte del movimento è molto semplice. Si comincia facendosi crescere i baffi e diffondendone la motivazione ad amici, parenti, colleghi o anche sconosciuti, sui social o per strada.

Il secondo passo è “muoversi” e aderire alle numerose iniziative, sportive e non, organizzate per raccogliere fondi, come ad esempio quelle di Brescia o Padova.

Infine, chiunque ha la possibilità di ospitare un evento Movember, che sia una corsa, una partita, un aperitivo o un concerto. Si può anche prendere parte ad una sfida benefica, gareggiando con altri gruppi per raccogliere il maggior numero di fondi. Per sapere come fare, basterà comportarsi da veri gentiluomini, iscriversi sul sito e seguire le istruzioni.

E ricordate sempre: da grandi baffi derivano grandi responsabilità!

Photo credit: Pixabay