Corsa in inverno: risposta di qualità al grande freddo

corsa in inverno

Consigli e motivi per praticarla con costanza

La corsa in inverno? Fa freddo, c’è brutto tempo. Due scuse che non tengono. Quanto alla prima: ricordatevi che il miglior vestito contro il freddo è il movimento. Quanto alla seconda, John Ruskin, in uno splendido aforisma spiegava: non esiste cattivo tempo. Ed è così, la nuvola esiste solo negli occhi chi guarda.

Eppure, specie oggigiorno, nella maggior parte delle situazioni non si ha più un rapporto fisico, un “corpo a corpo” con clima e natura. Occupazioni sedentarie e complici abitudini poco salutari anticipano ogni preoccupazione per corpi fermi, statici la gran parte delle ore.

Su dalla sedia e giù dal divano! Allacciamo le scarpe…corsa in inverno

I benefici del praticare la corsa in inverno

L’inverno ci tempra: correre o passeggiare all’aria aperta apporta i seguenti benefici:

  • migliora l’umore;
  • rafforza il sistema immunitario;
  • irrobustisce l’apparato cardiovascolare;
  • ossigena a fondo pelle e tessuti;
  • coinvolge l’intero corpo;
  • sviluppa la muscolatura addominale e lombare, restituendo una cintura atta prevenire il mal di schiena;
  • e… aiuta a mobilitare il grasso bruno: esatto, il freddo vi aiuterà a smaltire proprio i famigerati depositi di cui non riuscite a disfarvi.

E allora, spegnete i tapis roulant, dimenticate ogni scusa e infilate lo spolverino. Oggi si esce!

Quali fasce orarie per la corsa in inverno

corsa in inverno

Meglio evitare le ore più fredde e concentrarsi sulle fasi centrali del giorno. In altri termini, dalle 11:00 alle 15:00. A questo modo beneficerete altresì del seppur pallido sole, essenziale per sintetizzare la vitamina D

Qualora per motivi di lavoro foste costretti a pianificare l’allenamento la mattina presto o la sera, non rinunciate all’uscita! Utilizzate indumenti catarifrangenti e prestate attenzione in special modo al grado di umidità. In sere o mattine particolarmente nebbiose potrebbe essere il caso di rimpiazzare la sessione all’aperto con l’equivalente a casa.

Post-allenamento

Una volta concluso il workout non indugiate all’esterno oltre il necessario. L’importante è che il sudore non si raffreddi a contatto con la pelle.

Una volta rientrati concedetevi una doccia calda seguita da un getto di acqua fredda. Asciugate i capelli a dovere e preventivate, specie le prime volte, di assumere i propoli, un ottimo integratore naturale per preservare le vie aeree superiori e rafforzare il sistema immunitario. Un buon modo per assicurarsi un lungo inverno di sport senza arresti forzati!

corsa in inverno

L’allenamento a casa

Vi basterà avere a disposizione una corda per saltare ed un rialzo (un piccolo step). È infatti possibile mantenersi in allenamento, potenziare la muscolatura e stimolare l’apparato cardiocircolatorio con un semplice e rapido circuito.

Ad esempio, principiate con alcuni salti, dopodiché passate agli step-up (meglio se con manubrio). Dopo 15-20 ripetizioni, eseguite il maggior numero possibile di flessioni a terra, alzatevi, eseguite dei balzi “ginocchia-al-petto”, skip alto e basso. Infine riposate per 1-2 minuti e ripete l’intero ciclo per 4-5 volte.

In caso di influenza

Assoluto riposo in caso di febbre o comunque quando la colonnina di mercurio si abbassa di 4 o 5 gradi sotto lo zero. Tuttavia, è risaputo che una blanda attività fisica quando si è gravati da un lieve raffreddore può essere un buon modo per guarire in anticipo. L’importante è rientrare senza percepire stanchezza, e cioè dopo essersi spinti sino al 50% delle proprie capacità. Il segreto è alzare la temperatura corporea senza sfiancarsi.

Dopodiché, doccia calda e tisana allo zenzero.