Integratori naturali per affrontare l’inverno

integratori naturali

Come superare incolumi i mesi invernali

L’inverno è arrivato e, come ogni anno, ha portato con sé gli immancabili malanni di stagione. Influenza, febbre e mal di gola già costringono a letto moltissimi italiani, e rischiano di rovinarci le festività natalizie. Per stroncare questi disturbi sul nascere, o per aumentare l’efficacia dei farmaci e favorire un rapido recupero, possiamo affidarci agli integratori naturali.

Gli integratori naturali dedicati all’inverno

ECHINACEA

integratori naturali

Cominciamo la nostra carrellata dall’echinacea, una pianta originaria del Nord America dalle note proprietà antibatteriche, antivirali e antinfiammatorie. Ma è per la sua capacità di stimolare il sistema immunitario che viene annoverata di diritto tra gli integratori naturali utili a prevenire i disturbi stagionali. Pertanto, se siete inclini ad ammalarvi, è preferibile cominciare la terapia, sotto forma di capsule o gocce di tintura madre, già a partire da ottobre e almeno fino a marzo.

Ma l’echinacea è altrettanto efficace a influenza in corso; agisce infatti da scudo contro febbre, raffreddore e infezioni respiratorie o urinarie. In questo caso si consigliano sia la tintura madre che la tisana, eventualmente addolcita con del miele d’acacia.

EUCALIPTO

Alla salute del nostro apparato respiratorio, invece, è dedicato l’eucalipto. Questa pianta australiana, infatti, si dimostra un eccellente decongestionante con proprietà antisettiche, tonificanti ed immunostimolanti.

In particolare, l’olio essenziale di eucalipto è indicato sia per i gargarismi che diluito in acqua bollente per i classici suffumigi o fumenti. Quest’ultimo impiego si rivela molto valido per liberare il naso chiuso e sciogliere gli accumuli di catarro.

Allo stesso tempo, anche la tisana e il miele di eucalipto sono dei veri e propri toccasana per alleviare i sintomi da raffreddamento. Ma il suo uso è indicato altresì per profumare e purificare gli ambienti da germi e batteri.

PROPOLI

integratori naturali

Tra gli integratori naturali più apprezzati in inverno, c’è sicuramente anche la propoli.

Si tratta di una sostanza naturale creata dalle api a partire da resine e cere raccolte sulle gemme di alcune piante. Il materiale così assemblato viene “masticato” e quindi utilizzato per mantenere pulito l’alveare.

Per l’uomo, la propoli risulta particolarmente efficace come antinfiammatorio e disinfettante.

È reperibile sia grezza – in forma granulare – che in soluzione all’interno di spray e sciroppi. I suoi utilizzi spaziano dalla tosse al mal di gola, comprendendo anche otiti, rinite, gengivite e mal di denti.

ROSA CANINA

Per contrastare gli stati influenzali tipici di questa stagione, non c’è nulla di meglio di un bel carico di vitamina C fornito dalla rosa canina. I falsi frutti di questo arbusto spinoso, infatti, ne contengono ben il 50% in più delle arance.

La rosa canina, dunque, si rivela una preziosa alleata del sistema immunitario, favorendo lo smaltimento delle tossine e la produzione di anticorpi.

Sebbene si presti a diverse preparazioni, come marmellate o cosmetici, è sicuramente l’infuso a rappresentare la soluzione più efficace contro i malanni invernali. Molto diffuso in commercio, è possibile prepararlo anche a casa utilizzando le bacche fresche o secche, purché private dei semi pelosi al loro interno che possono irritare la mucosa gastrica.

SAMBUCO NIGRA

integratori naturali

Anche il sambuco fa parte di quel gruppo di integratori naturali, maggiormente richiesti durante i mesi invernali. Di questa pianta, molto diffusa nel nostro paese, si utilizza proprio tutto, foglie e corteccia compresi. Ma è da fiori e bacche che si ottengono i principali presidi terapeutici, quali sciroppi e tinture madri, nonché tisane ed infusi.

Il suo impiego più noto in medicina popolare riguarda l’attenuazione degli stati febbrili; ma vanta effetti benefici anche in caso di mal di gola, stipsi e bronchite, fluidificandone le secrezioni per facilitarne l’espulsione.

AGLIO

A dispetto del suo forte odore, l’aglio è considerato uno dei più potenti antibiotici naturali. Le sostanze al suo interno, infatti, tra cui l’allicina, proteggono l’organismo dagli attacchi di virus, funghi e batteri.

È altresì un utile antinfiammatorio, ideale ad esempio in caso di laringiti o faringiti. Per sfruttare al meglio le sue proprietà, l’aglio andrebbe consumato crudo, possibilmente dopo averlo tagliato o schiacciato al fine di innescare la produzione dell’allicina.

Tuttavia, in commercio si trovano numerosi preparati, tra cui anche le capsule, che, sebbene risolvano il problema dell’alitosi, sono in effetti meno efficaci del prodotto fresco.

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.