Come Mantenere la Salute Sessuale: Consigli da Seguire e Importanza della Conoscenza

salute sessuale

Salute Sessuale e Falsi Miti

Uno stile di vita poco sano è il peggior nemico della salute sessuale.

Se poi viene abbinato a informazioni poco chiare o addirittura falsi miti, si generano una serie di problemi psicologici senza i quali l’elemento fisico sarebbe invece sostenibile.

Per esempio, si crede erroneamente che i cali di libido siano dovuti all’età e alla minor produzione di ormoni sessuali ad essa associati.

La prima obiezione da fare è che la libido non dipende soltanto dagli ormoni. Il bombardamento sessuale derivato dai media e dall’abuso di pornografia contribuisce a ridurla, l’ansia contribuisce a ridurla, lo stress fa la sua parte anch’esso. E questi sono soltanto alcuni esempi tra i più lampanti.

È vero che la produzione di ormoni si riduce con il trascorrere del tempo, ma questo può essere avvertito soltanto in età molto avanzata. Non ha incidenza in un uomo di 40 anni, per esempio. Quindi, il calo della libido dovuto all’età va preso con le pinze e non influisce in genere sulla vita di una persona sessualmente attiva.

Frequenza Sessuale e Ormoni

La produzione ormonale ha i suoi cicli e questi hanno alti e bassi che dipendono in parte dall’età e in parte dallo stile di vita, nonché dalle abitudini sessuali o alimentari.

Per esempio, fare sesso abitualmente assicura dei cicli ormonali più regolari, una buona salute della prostata e una produzione endocrina più efficiente. Invece farlo di rado non favorisce questi processi. Dunque, per avere sempre la massima risposta fisica, sarebbe opportuno eiaculare con regolarità. 

Inoltre, la sessualità e la frequenza dei rapporti possono essere esercitati a seconda delle proprie possibilità. Per esempio, a seconda delle proprie abitudini e della disponibilità del partner si può passare da più rapporti al giorno a qualche rapporto a settimana. Non conta la quantità di atti sessuali praticati, l’importante è mantenere il ritmo. Certo, farlo tutti i giorni assicura la miglior risposta ormonale, ma sappiamo bene che non sempre è possibile.

Come Mantenere una Buona Salute Sessuale

L’alimentazione

salute sessuale

Ora veniamo all’alimentazione, sulla quale potete trovare maggiori informazioni in questo esteso articolo in merito

Qui aggiungerò che un’alimentazione sana contribuisce in modo determinante ad avere una buona salute generale e di conseguenza anche sessuale. Ci sono infatti alcuni alimenti in particolare che contribuiscono al fabbisogno di zinco, arginina e ossido nitrico, che, al pari di altri, sono composti chiave per il corretto funzionamento della vita intima e sessuale.

Tra gli alimenti che aiutano maggiormente possiamo citare in modo indicativo e non esauriente: la carne rossa di manzo, il cioccolato, le ostriche, il sedano, l’anguria, l’avena e lo zenzero.

Il sonno e lo stress

Un altro elemento importante per una sessualità sana ed equilibrata è il sonno: dormire male, ma soprattutto dormire poco, contribuisce al catabolismo e scoraggia seriamente la produzione di ormoni sessuali e anabolici in generale. È dunque importante non solo assicurare al corpo le ore di sonno di cui ha bisogno, ma anche di seguire un ritmo regolare.

Il momento migliore per dormire, infatti, è proprio la notte. Esiste una teoria secondo la quale ogni ora di sonno prima di mezzanotte ne vale due dal punto di vista qualitativo. Quindi se andate a letto alle 10 di sera, per esempio, alle 12 avrete accumulato qualitativamente quattro ore di intenso riposo.

Naturalmente se andare a letto presto non fa parte delle vostre abitudini, è difficile adattarvisi. Ma cercate almeno di farlo una volta ogni tanto, giusto per testarne gli effetti sull’organismo: vedrete subito la differenza!

Evitare lo stress è l’altra faccia della medaglia che, abbinata a buone abitudini di sonno-veglia, vi permette di controllare i processi catabolici agevolando quelli anabolici.

Libido e saturazione del desiderio

salute sessuale

Vale la pena citare anche un altro problema, che in realtà è uno dei più spinosi: la saturazione sessuale.

Cosa si intende con questo termine? Possiamo affermare che quando siamo eccessivamente bombardati da stimoli sessuali, arriva il momento in cui nulla ci fa più effetto.

L’abuso della pornografia ne è un esempio classico. Se l’utilizzo di materiale pornografico arriva a diventare un’abitudine, ogni volta che vi procurate piacere da soli ad esempio, non solo avrete bisogno di stimoli sempre più forti, ma il sesso “normale” non vi farà più effetto.

E questo, com’è evidente, non dipende dall’età. Semplicemente i sensi e l’eccitabilità sessuale si saturano e la nostra capacità di eccitarci ne viene severamente compromessa. Soprattutto se la fonte dell’eccitazione sessuale è artificiale e non naturale.

La saturazione sessuale è reversibile? È stato dimostrato che porre fine a comportamenti poco sani, come l’eccessivo uso di pornografia, permette di recuperare a poco a poco l’eccitabilità, anche se purtroppo mai al 100%. Ad ogni modo, i benefici sono sufficienti e valgono senza dubbio la pena.

I vizi e l’abuso di medicinali

Il fumo e l’eccessivo consumo di alcool o droghe sono altamente deleteri per la salute sessuale. È stato dimostrato infatti che la sigaretta contribuisce seriamente alla mancanza di erezione.

Bere alcool in quantità elevate, poi, è ugualmente nocivo per la nostra vita intima e i rapporti con il partner; inoltre, bisogna prestare massima attenzione ad alcuni medicinali.

Per esempio, il finasteride, che viene usato per combattere la calvizie, può avere delle conseguenze dannose e irreversibili sulla libido. Quindi, prima di assumere un qualsiasi medicinale che possa avere effetto sugli ormoni, è doveroso richiedere il parere di più medici e valutarne le risposte.

L’attività fisica

Questo aspetto è uno dei più importanti, non solo perché vi permette una maggiore resistenza nell’attività sessuale, rendendo possibili e agevoli posizioni scomode e ritmi sostenuti, ma anche perché esistono esercizi specifici che favoriscono la produzione ormonale, soprattutto gli esercizi che prevedono di chinarsi in avanti, caricare secchi, sollevare le ginocchia al di sopra dei fianchi o fare body building.

Inoltre, la stanchezza fisica durante un atto sessuale particolarmente impegnativo può contribuire a rendere difficile il mantenimento dell’erezione. Per questa ragione è vitale avere una buona resistenza, sia aerobica che anaerobica, la quale apporta anche i benefici ormonali già citati.

Conclusione

La salute sessuale è un aspetto molto importante da curare e tenere sempre sotto controllo. Molti disturbi, infatti, dipendono proprio da una sessualità fuori forma, da cattive abitudini, vizi, medicine, alimentazione non equilibrata, vita sedentaria e via dicendo.

Spesso, i cali di libido e le difficoltà di erezione, più frequenti di quanto si pensi, derivano da questi fattori e non da un elemento patologico specifico. Fortunatamente, come abbiamo visto, si tratta per lo più di elementi reversibili e facilmente superabili.

Il nostro consiglio è dunque questo: prima di allarmarvi, cercate di seguire delle buone abitudini e uno stile di vita sano, che favoriscano la libido e una buona salute sessuale. E soltanto dopo aver seguito questi accorgimenti, nel caso in cui le problematiche persistessero, rivolgetevi ad uno specialista.