Mani e piedi freddi: non è solo colpa dell’inverno

mani e piedi freddi

Possibili cause e semplici consigli

Ci stiamo ormai avvicinando ai cosiddetti giorni della merla, che tradizionalmente sono considerati i giorni più freddi dell’anno. È dunque del tutto normale, in questo periodo, avvertire mani e piedi freddi.

Tuttavia, questa condizione può presentarsi anche in ambienti riscaldati, o persino durante la stagione estiva. Le possibili cause del resto sono svariate e spaziano da disturbi passeggeri a problematiche più serie.

Dalla temperatura esterna alla circolazione sanguigna, vediamo allora le ragioni più comuni per avere mani e piedi freddi, e alcuni consigli su come evitarli.

Principali cause di mani e piedi freddi

mani e piedi freddi

Il raffreddamento degli arti è causato in genere da un fenomeno noto come vasocostrizione. Si tratta in poche parole di una riduzione dell’ampiezza dei vasi sanguigni che comporta in automatico una diminuzione dell’afflusso di sangue e di ossigeno alle zone periferiche. Le ragioni possono essere fisiologiche ma a volte anche patologiche, così come le relative conseguenze. Ecco una lista delle possibili cause di mani e piedi freddi.

Temperature

Come già accennato, si tratta di uno dei motivi più frequenti per avere mani e piedi freddi. Il corpo infatti reagisce alle basse temperature cercando di proteggere gli organi interni, più importanti, e sacrificando così le estremità. Da qui il famoso detto mani fredde, cuore caldo!

Ormoni

Avere mani e piedi freddi è spesso considerato una prerogativa femminile. Ebbene la ragione sarebbe da attribuire agli estrogeni, che – tra le altre cose – regolano l’attività dei vasi sanguigni periferici; più alti sono i livelli di questi ormoni, più si sarà suscettibili alla temperatura esterna. Non a caso, il fenomeno è più evidente durante l’ovulazione o in gravidanza.

Problemi di circolazione, obesità e sedentarietà

Una cattiva circolazione sanguigna è spesso la principale colpevole di mani e piedi freddi, che possono essere accompagnati da formicolio, gonfiore, dolore e vene varicose. Di frequente a sua volta è causata da un’alimentazione scorretta e da mancanza di attività fisica e movimento. Ecco perché la condizione può colpire sia coloro che soffrono di obesità, sia coloro che, pur normopeso, conducano uno stile di vita sedentario.

Sindrome di Raynaud

Si tratta di un fenomeno per il quale i vasi sanguigni periferici si contraggono esageratamente in risposta a freddo o stress emotivo. L’apporto di sangue agli arti, dunque, si riduce e causa un cambiamento del colore della cute, da pallido a cianotico, nonché, in alcuni casi, dolore. Il disturbo non provoca danni permanenti alle estremità e in alcuni casi regredisce spontaneamente. Tuttavia, nel caso in cui compaiano i sintomi sopracitati è sempre meglio consultare il proprio medico.

Arteriopatia periferica

Con arteriopatia periferica si intende una condizione di sofferenza e restringimento delle arterie periferiche, provocata di norma dall’aterosclerosi. In questa circostanza, il flusso sanguigno risulta bloccato da placche di grasso e colesterolo che ostruiscono i vasi sanguigni. Oltre a mani e piedi freddi, dolore e intorpidimento, l’arteriopatia può causare forti crampi agli arti inferiori.

Ipotiroidismo

Anche il malfunzionamento della tiroide, in particolare una diminuzione della sua attività, può causare mani e piedi freddi. Tuttavia, la patologia comporta tutta una serie di altre problematiche più evidenti, tra cui aumento di peso, debolezza cronica, intolleranza al freddo, gonfiore, difficoltà nei movimenti.

Anemia

Chi soffre di anemia può avvertire abbastanza spesso una sensazione di freddo a mani e piedi. Questo è dovuto alla carenza di ferro che provoca altresì spossatezza, unghie fragili e perdita di capelli. Sarà sufficiente un’analisi del sangue per accertarsene.

Ansia e stress

Mai sottovalutare il fattore emotivo, neppure quando si tratta di mani e piedi freddi. Ansia e stress infatti sono responsabili dell’aumento di attività dei polmoni e del cuore per rispondere alla maggiore necessità di ossigeno, che tuttavia non sarà sufficiente per tutto il corpo.

Altre cause

Come vedete, l’elenco delle cause di mani e piedi freddi è davvero lunghissimo. Tra le più importanti vanno citate anche il fumo (la nicotina è un vasocostrittore), allergie e intolleranze alimentari, nonché cattiva digestione, cervicalgia e febbre alta.

Pochi e semplici accorgimenti per evitare mani e piedi freddi

mani e piedi freddi

Il primo elemento da valutare in caso di mani e piedi freddi è senza dubbio l’abbigliamento, che deve essere adeguato alla temperatura avvertita. Vestiti troppo pesanti possono causare sudorazione, che una volta evaporata porterà ad un raffreddamento degli arti; allo stesso tempo è bene evitare indumenti o accessori costrittivi per non andare incontro ad un blocco della circolazione (emostasi).

Un altro utile rimedio è quello di praticare sempre dell’esercizio fisico, anche blando o moderato. Chi è costretto dalla propria attività lavorativa a lunghi periodi di sedentarietà, si ricordi di non tenere troppo a lungo le gambe accavallate e di alzarsi ogni tanto per sgranchirsi. In ambienti freddi, inoltre, si dovrebbe cercare di muovere sempre le dita di mani e piedi per riattivare la circolazione.

I massaggi in genere e il linfodrenaggio in particolare possono aiutare a stimolare il flusso sanguigno, soprattutto negli arti. Anche alternare bagni caldi e freddi è un modo efficace per stimolare la circolazione sanguigna. Attenzione però a non immergere gli arti gelati nell’acqua calda se non si vuole rischiare di incorrere nei geloni.

L’alimentazione, infine, è come sempre un fattore di estrema importanza. Fondamentale dunque è controllare i valori di glicemia e colesterolo evitando un eccesso di zuccheri e grassi saturi. Anche gli alcolici vanno limitati, così come il caffè e le bevande a base di caffeina.