Cosa non fare prima di un intervento chirurgico

cosa non fare

Guida agli errori più comuni

Prima di un intervento chirurgico ci sono una serie di accorgimenti da seguire che devono essere comunicati dallo specialista. Alcuni sono abbastanza intuibili e maggiormente rispettati, come ad esempio presentarsi a stomaco vuoto. Altri invece sono più particolari, e non così automatici. Tuttavia, se non li si rispetta, non solo si rischia di dover rinviare l’intervento, ma si va anche ad interferire con il processo di guarigione. Vediamo quindi insieme cosa NON fare in vista di un’operazione:

Alimentazione controllata e digiuno

cosa non fareDurante un intervento è meglio avere lo stomaco completamente sgombro, soprattutto perché l’anestesia inibisce le normali funzioni del corpo e il contenuto dello stomaco potrebbe riversarsi nei polmoni, rischiando il soffocamento. In genere si richiedono 8-12 ore di digiuno completo, comprese bibite e caramelle. Si dovrà evitare di bere anche l’acqua, concessa in piccole quantità solo a chi debba assumere dei farmaci. L’ultimo pasto deve essere leggero in modo che l’organismo abbia il tempo di completarne la digestione: sì a verdure e proteine vegetali, no a grassi, fritti e alcolici. È possibile, inoltre, che lo specialista indichi precisamente quali alimenti evitare. Aglio e zenzero, ad esempio, aumentano la circolazione sanguigna e il rischio di emorragie.

Manicure senza smaltocosa non fare

È buona norma accorciare le unghie prima di un’operazione, poiché riduce il rischio di infezioni. Tuttavia, bisogna evitare di applicare lo smalto, sia colorato che trasparente. Questo perché la copertura acrilica può impedire la rilevazione, tramite una sonda collegata al dito, della saturazione di ossigeno nei tessuti. Nel caso di ricostruzione delle unghie, è indispensabile togliere almeno una copertura.

cosa non fareNon abbronzarsi

Sia prima che dopo un intervento chirurgico è fortemente sconsigliata l’esposizione solare. I raggi UV, infatti, danneggiano l’epidermide, che potrebbe andare incontro ad una cicatrizzazione irregolare. Lo stesso è vero naturalmente anche per lampade e lettini abbronzanti. Non vale la pena rischiare una cicatrice definitiva, magari in rilievo, per un po’ di tintarella.

No a ceretta e rasoiocosa non fare

Se siete tra quelli che non escono di casa senza una depilazione perfetta dovrete organizzarvi e prenotare l’estetista per tempo. I giorni prima dell’intervento è sconsigliato usare lame o prodotti abrasivi che potrebbero favorire l’ingresso di batteri. C’è il rischio infatti di abbassare le naturali difese cutanee e causare infezioni. Se dovesse essere necessario, sarà il personale sanitario a radere le zone interessate.

Rinunciare a masticare chewing-gum

cosa non farePer alcuni è un buon metodo per non sentire la fame, ma, a meno che il medico non specifichi altrimenti, è meglio evitare i chewing-gum prima di un intervento. La ragione è che essi aumentano la quantità di acidi gastrici prodotti dallo stomaco e quindi anche il rischio di rigurgiti.

Abbandonare il fumocosa non fare

Ecco un’ottima occasione per smettere di fumare. Il fumo, infatti, aumenta la probabilità di problemi respiratori ed indebolisce i polmoni al punto da rischiare infezioni. Può causare inoltre delle difficoltà a livello circolatorio poiché ostacola il flusso sanguigno. Infine, se quanto finora elencato non fosse sufficiente, le sigarette interferiscono con il normale processo di cicatrizzazione. È preferibile smettere almeno una settimana prima dell’intervento, e proseguire per circa una settimana dopo.

cosa non fareEvitare luoghi affollati o a rischio

Nei giorni prima dell’intervento è opportuno fare di tutto per mantenersi sani e non contrarre virus. Meglio evitare quindi autobus affollati, scuole per l’infanzia e sale d’attesa di medici o ospedali. Se si dovesse avere bisogno del dottore, quindi, provare a contattarlo prima telefonicamente, o recarvisi in orari poco gettonati. Trovare soluzioni per quanto riguarda i bambini piccoli è più difficile, pertanto sarà meglio organizzarsi per tempo.

Chiedere aiutocosa non fare

Alcuni interventi richiedono un periodo post-operatorio di assoluto riposo, in cui non è possibile svolgere le normali attività; altri prevedono addirittura il ricovero ospedaliero o in una struttura dedicata. Bisogna dunque organizzarsi con largo anticipo, svolgere prima le mansioni indispensabili, posticipare quello che può essere evitato. Se avete bambini o animali domestici, assicuratevi di trovare qualcuno che possa badare a loro in vostra assenza. Non fatevi scrupolo a chiedere aiuto ad amici e famigliari, vi consentirà di essere più tranquilli e di affrontare meglio l’operazione.

Ricordate anche di togliere trucco, gioielli, eventuali protesi o lenti a contatto prima di entrare in sala operatoria. Affidateli a chi vi accompagna o lasciateli direttamente a casa.

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.