Capelli rovinati dopo l’estate: come fare?

capelli rovinati

5 step per capelli sani e luminosi

Sole, cloro e acqua salata, così come danneggiano la cute, deteriorano anche i capelli; soprattutto se non sono stati ben protetti. E così ci si ritrova alle porte dell’autunno con la chioma spenta e sfibrata. Per non parlare del tripudio di doppie punte!

Come rimediare dunque ai capelli rovinati dopo l’estate? Ecco alcuni consigli efficaci.

Nutrizione

Il primo passo è restituire al capello ciò che ha perso durante l’estate. Quindi via libera a impacchi e maschere ricostituenti purché a base di ingredienti naturali. Tra i più validi ci sono sicuramente il burro di karité, l’olio di mandorla e il germe di grano. Gli acidi grassi in essi contenuti infatti aiuteranno a nutrire a fondo le fibre e a renderle più elastiche. Possono essere applicati sia prima che dopo lo shampoo e lasciati in posa per 15-20 minuti.

Idratazione

capelli rovinati

Qui entra in gioco il balsamo. Basterà scegliere la formulazione più adatta a capelli aridi, che si spezzano con facilità. Se temete che la consistenza ingrassi troppo il capello, preferite le emulsioni alle creme e risciacquate con attenzione. Residui di prodotto infatti appesantiscono e ungono la chioma. Infine, concentrate l’applicazione sulle parti che ne hanno più bisogno, di solito le punte e gli strati più esterni.

Protezione

Spazzola, phon e piastra possono peggiorare la salute delle fibre già fragili. Questo non significa però che dobbiamo rassegnarci a una chioma indomabile. L’olio ai semi di lino o l’olio d’Argan disciplinano i capelli rovinati e allo stesso tempo li proteggono.

Per andare sul sicuro proviamo a rinunciare per un po’ anche ad elastici e mollette. Può non sembrare, ma l’uso continuo costituisce uno stress per la capigliatura.

E infine, finché il tempo lo consente, cerchiamo di sfruttare l’aria naturale per asciugarli.

Ricostruzione

In alcuni casi purtroppo i rimedi casalinghi non bastano. Si rivela dunque necessario affidare la nostra chioma a mani esperte. La ricostruzione alla cheratina è un trattamento estetico che rigenera e ricostituisce le fibre capillari. Consiste in un impacco specifico che viene applicato sui capelli per poi esporli ad una fonte di calore. Dopo circa un quarto d’ora si risciacqua e si procede con una maschera ristrutturante. Si passa quindi all’asciugatura. I risultati sono immediati: i capelli rovinati appaiono subito più giovani e sani.

Taglio

capelli rovinati

In ultima analisi, quando le azioni di recupero non bastano, l’unica cosa da fare è tagliare. Ci sono due semplici metodi per testare la salute dei capelli. Il primo è guardarli sotto una fonte luminosa; se riflettono la luce significa che sono sani, in caso contrario è meglio intervenire. Il secondo metodo invece prevede di immergere nell’acqua una piccola ciocca. Se quest’ultima galleggia tutto bene, viceversa correre ai ripari.

Del resto, eliminare le lunghezze danneggiate aiuterà tutto il fusto a riprendersi. In ogni caso, non tremate: non occorrono azioni drastiche. Basterà spuntarli un pochino per vederli subito riacquistare luminosità.

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.