Labbra Screpolate o Secche: Come Trattarle e Quali Comportamenti Evitare

Labbra screpolate

 

Sintomi

Le labbra screpolate, irritate o secche sono un fastidio molto comune, soprattutto in inverno, ma non solo. Questo accade perché la cute labiale è particolarmente sottile, sempre esposta e con pochi meccanismi di difesa.

Le labbra, infatti, non possiedono ghiandole sebacee, sudoripare o salivari, ragione per cui risultano meno protette. Il colore più scuro, inoltre, non dipende dalla melanina, bensì dai numerosi vasi sanguigni che appaiono attraverso la cute. È importante, dunque, prendersene cura al pari se non di più della pelle di viso e corpo.

In genere le labbra screpolate si presentano pallide, ruvide e asciutte, spesso accompagnate da pellicine e sensazione di pelle che tira. I movimenti più semplici possono risultare dolorosi e provocare taglietti più o meno spessi e fastidiosi.

Approfondimento
Anatomia labiale

Le labbra rappresentano i bordi esterni della bocca e si dividono in labbro superiore e labbro inferiore. Rispettivamente, il primo si colloca a protezione dell'arcata dentale superiore, mentre il secondo di quella inferiore. Le due porzioni si uniscono lateralmente ai margini della bocca, zone chiamate in gergo commessure labiali.

Le labbra sono costituite da muscoli, nervi e vasi sanguigni, rivestiti a seconda della zona da cute, rivestimenti cutaneo-mucosi e mucosa vera e propria. Quest'ultima riveste la parte interna delle labbra, mentre le prime due quella esterna. 

In particolare, con il termine labbra si tende a designare soprattutto la zona cutaneo-mucosa più scura, nota come vermiglio. Si tratta di un'area molto delicata, costituita solo da 2-5 strati di cellule, contro i 16 di un qualsiasi altro punto del corpo. Al tempo stesso, essa è priva di ghiandole sebacee o di bulbi piliferi e contiene pochissima melanina.

Questa area confina con la parte cutanea mediante il cosiddetto bordo del vermiglio che nella parte superiore assume una forma rotondeggiante, chiamata arco di cupido. Da qui la cute labiale arriva fino al naso sotto forma di un solco concavo chiamato filtro e delimitato ai lati da due creste note come colonne del filtro.

Labbra screpolate o secche?

È utile sottolineare che le labbra screpolate o secche, sebbene spesso correlate, sono due disturbi diversi, sia dal punto di vista dei sintomi che del trattamento.

  • Nel primo caso le labbra si gonfiano, provocano dolore e i gesti quotidiani, come parlare o sorridere, possono causare delle spaccature, a volte anche sanguinanti.
  • Nel secondo invece si avverte un fastidio più o meno lieve, spesso accompagnato da bruciore ai lati della bocca e lungo il contorno delle labbra, rossore e leggera desquamazione

In molti casi, dunque, potremmo dire che le labbra screpolate costituiscono il peggioramento di una condizione di secchezza.

Generalmente comunque, per risolvere il problema delle labbra screpolate o secche, basta affidarsi a metodi semplici, anche casalinghi. A volte tuttavia, il disturbo può diventare cronico o essere sintomo di patologie più gravi. In questi casi è opportuno consultare il proprio medico.

Cause

Labbra screpolate

Di base, le labbra screpolate dipendono da un abbassamento delle difese naturali o da mancanza di idratazione. Le ragioni, come abbiamo già avuto modo di notare, possono essere molte. I fattori climatici, ad esempio, agiscono sul film idrolipidico naturale che protegge le nostre labbra; ma le screpolature possono anche essere il sintomo di un problema fisiologico o il risultato di abitudini sbagliate.

Curiosità

A soffrire spesso di labbra secche o screpolate sono i musicisti di strumenti a fiato, a causa del continuo contatto o sfregamento.

Il freddo, quindi, non è l’unico responsabile delle labbra screpolate; ci sono infatti numerosi fattori che possono influire:

  • Vento;
  • Clima secco;
  • Esposizione solare;
  • Farmaci;
  • Carenza di vitamine e sali minerali;
  • Allergia ai cosmetici;
  • Raffreddore;
  • Predisposizione genetica;
  • Gravidanza;
  • Menopausa;
  • Cheilite;
  • Infezioni batteriche;
  • Mancanza di idratazione;
  • Patologie autoimmuni.

Prevenzione

Buone abitudini contro le labbra screpolate

Per evitare il problema alla radice è sufficiente praticare quotidianamente pochi accorgimenti:

  1. Bere molta acqua: mantenere l’idratazione è sempre il primo passo per avere labbra sane e belle;
  2. Usare un balsamo labbra: un trattamento da seguire quotidianamente nei periodi più a rischio e da applicare ogni 2-3 ore. Essenziale però è scegliere prodotti clinicamente testati e adatti alle proprie esigenze;
  3. Scegliere prodotti con fattore di protezione: anche in inverno o in presenza di nuvole, i raggi solari possono colpire le nostre labbra, con il rischio di disidratazione, bruciore e persino ustioni; 
  4. Effettuare uno scrub per labbra: per eliminare le cellule morte e favorire la rigenerazione epiteliale. L’importante è farlo una volta a settimana con prodotti delicati, specifici per le labbra. 
  5. Seguire una dieta sana e variegata: assumere consistenti apporti di frutta e verdura, ricche di acqua, vitamine e sali minerali, aiuterà a mantenere le labbra protette ed idratate;
  6. Evitare alcol e fumo: si tratta di abitudini che, oltre a mettere a repentaglio la salute dell’organismo in generale, abbassano anche il livello di idratazione e riducono le barriere protettive delle labbra (basti pensare che il filtro delle sigarette spesso si incolla alle labbra causando una ferita nell’atto di toglierlo).

Curiosità

In mancanza di un scrub apposito, per esfoliare le labbra si può usare uno spazzolino da denti con le setole morbide.

Rimedi

Labbra screpolate

Nei casi meno gravi, come già accennato, sono moltissimi i rimedi per labbra screpolate. In commercio sono disponibili numerosi prodotti, quali creme, stick e balsami per proteggere, nutrire e idratare le labbra secche. Prestate però molta attenzione all’INCI dei cosmetici per le labbra che scegliete, soprattutto se avete la pelle sensibile o  soffrite di allergie. Se avete dubbi, provate a leggere il nostro articolo dedicato. In particolare evitate dermocosmetici che contengono profumazioni o fragranze che potrebbero irritare le mucose. Allo stesso tempo, in presenza di tagli provate a sostituire rossetti e lucidalabbra con un burrocacao apposito

Quale prodotto scegliere

In primis, è fondamentale che il balsamo labbra contenga sostanze lenitive ed emollienti, per spegnere il bruciore e ammorbidire la cute. Tra gli ingredienti naturali più usati contro le labbra screpolate troviamo: 

Burro di cacao o karitè: ottimi emollienti, possono essere impiegati sia come prevenzione che come cura;

Olio di mandorle o cocco: da soli o combinati fra loro, restituiscono elasticità e morbidezza alla cute labiale irritata;

Gel di aloe vera: lenitivo e calmante, agisce rapidamente e con efficacia. Scopri i suoi utilizzi e come ricavarlo dalla pianta in questo articolo;

Miele: grazie alle sue proprietà antibatteriche, è particolarmente indicato in caso di tagli o screpolature;

Cera d’api: crea una pellicola protettiva sulle labbra contro gli agenti atmosferici;

Iperico: ottimo cicatrizzante, promuove la riparazione e la rigenerazione cellulare. Approfondisci qui i suoi benefici.

Ma in commercio esistono anche stick labbra pensati per proteggerle e al tempo stesso ritardare i segni dell’invecchiamento – che purtroppo colpiscono anche la bocca. Ecco che allora il prodotto ideale dovrebbe contenere anche sostanze idratanti e antiage, come l’acido ialuronico e l’olio d’Argan.

Qualora il disturbo non dovesse scomparire, consultate il vostro medico di fiducia.

Rimedi casalinghi

Molti degli ingredienti menzionati sopra possono essere impiegati anche a casa, sia da soli che nella preparazione di uno scrub labbra o di un burrocacao fai da te. In realtà basterebbe anche solo applicare uno strato di miele sulle labbra (senza leccarlo) per aiutare a lenire le ferite causate dalle labbra screpolate. Ma i rimedi naturali non finiscono qui.

Scrub labbra fai da te

È sufficiente un cucchiaino di zucchero, bianco o di canna, mescolato ad uno di olio di oliva o di mandorle; basterà spalmare delicatamente il composto sulle labbra con movimenti circolari delle dita così da rimuovere le pellicine e favorire il ricambio cutaneo.

Maschera labbra lenitiva

Mescolare una goccia di olio essenziale di incenso con un cucchiaino di olio di germe di grano e applicare sulle labbra massaggiando delicatamente. Quindi, lasciare agire per circa 5 minuti e rimuovere con un batuffolo di cotone bagnato in acqua tiepida. Proseguire poi il trattamento con i consueti prodotti idratanti o emollienti.

Balsamo labbra fai da te

Unire in un contenitore 3 grammi di burro di karité e di olio di cocco; mescolare fino ad ottenere un composto cremoso e aggiungere una goccia di tea tree oil, che aiuta a proteggere le labbra. 

Consigli

labbra secche

  • Evitare di umettarsi continuamente le labbra o di mordicchiarle. Oltre a rischiare di irritarle, questa pratica le priva della loro naturale barriera protettiva e le rende maggiormente soggette a secchezza e screpolature.
  • Astenersi anche, quando possibile, dal respirare a bocca aperta, soprattutto in ambienti molto secchi o freddi. Si tratta, infatti, di un comportamento che può aumentare il grado di secchezza e causare o peggiorare le screpolature. Nel caso di raffreddore quindi aiutarsi con spray nasali appositi, fumenti o oli essenziali. Se la respirazione dal naso dovesse risultare faticosa senza nessuna causa apparente, potrebbe trattarsi di un’anomalia anatomica che è possibile risolvere con la chirurgia.
  • Non rimuovere le pellicine con i denti o le dita poiché oltre a provocare inutili sanguinamenti, si espongono le labbra screpolate al rischio di contrarre infezioni da virus o batteri. Un caso fra tutti è quello dell’ Herpes labiale, del quale abbiamo già parlato in questo pezzo.
  • In presenza di screpolature o taglietti cessare temporaneamente l’assunzione di bevande acide e di cosmetici o prodotti a base di menta e cannella. Questi ingredienti infatti possono aumentare la sensazione di bruciore e irritare ulteriormente la cute.
  • Ricordatevi di struccare sempre le labbra in modo accurato. Residui di rossetto o gloss, infatti, rischiano di peggiorare la screpolatura. Potete usare anche un semplice dischetto di cotone imbevuto di olio d’oliva, che oltre a rimuovere il make-up contribuirà a nutrire e proteggere le labbra.
  • I prodotti a base di paraffina, per quanto da evitare nel trattamento quotidiano di viso e labbra, sono invece indicati in specifici casi isolati. È vero infatti che impediscono la traspirazione della cute, ma creano una potente barriera protettiva anti-disidratante. Pertanto, se impiegati sporadicamente, ad esempio in alta montagna o in condizioni di freddo intenso, possono costituire un valido aiuto alle labbra screpolate.