Fototipi e caratteristiche cutanee in relazione ai raggi UV

fototipi

Dimmi che pelle hai e ti dirò…come ti abbronzi

Quando si parla di benessere della pelle è imperativo cominciare dalle basi. È inutile infatti accanirsi con innumerevoli prodotti che però non si adattano allo specifico tipo di cute. E il primo elemento da capire per conoscersi è il proprio fototipo. Si tratta di una categoria dermatologica che stabilisce il tipo di pelle in base alla quantità di melanina presente e alla risposta all’esposizione solare.

Fototipi

Esistono carnagioni scure che difficilmente si scottano al sole e, al contrario, pelli chiare che si arrossano e sviluppano eritemi anche dopo pochi minuti dall’esposizione. È importante capire a quale categoria si appartenga così da proteggere la cute in modo adeguato. I fototipi sono numerati da 1 a 6 secondo la cosiddetta Scala Fitzpatrick, a partire dalle pelli bianco latte fino a quelle caratteristiche delle persone di colore. Il fototipo 0 è considerato la categoria di appartenenza delle persone affette da albinismo, una patologia congenita caratterizzata dalla quasi totale assenza di melanina e che si traduce in occhi, capelli e pelle chiarissimi.

fototipi
Fig.1: Scala Fitzpatrick

Fototipo 1

È la categoria delle persone con pelle molto chiara o color latte, occhi azzurro chiaro e capelli biondi o rossi. Questo fototipo non si abbronza quasi mai e, al contrario, si scotta molto facilmente. La cute è spesso interessata da lentiggini. Si dovrebbe utilizzare una crema solare protettiva con fattore di protezione 50+.

Fototipo 2

È rappresentata dalle pelli chiare, capelli biondi o castano chiaro, occhi azzurri o verdi. Questi soggetti si scottano facilmente e si abbronzano poco o lentamente. Possono presentare o meno efelidi. Si consiglia un fattore di protezione 50.

Fototipo 3

Il fototipo più comune in Italia, rappresenta chi ha una pelle abbastanza chiara, capelli biondo scuro o castani e occhi blu o castani. Queste persone si scottano spesso ma si abbronzano, anche se gradualmente. È comunque necessario utilizzare creme solari a fattore 30.

Fototipo 4

Raggruppa tutti coloro che abbiano un colorito olivastro e capelli e occhi castani. Questo fototipo si scotta raramente e assume invece un’abbronzatura intensa. La crema solare va comunque utilizzata ma si può cominciare con un fattore di protezione medio (15 o 20) e poi scendere gradualmente.

Fototipo 5

Le persone con questo fototipo hanno la pelle scura, capelli castano scuro o neri e occhi scuri. Non si scottano quasi mai e assumono un’abbronzatura molto intensa. Possono utilizzare fattori di protezione bassi (10-6).

Fototipo 6

Caratterizza i soggetti con pelle, occhi e capelli neri o molto scuri. Questo fototipo non si scotta praticamente mai e necessita di protezione bassa solo in alcune zone del corpo più sensibili, come labbra, orecchie, nuca, mani e piedi.

Queste categorie hanno carattere generale e non è detto che chiunque possa rientrare in un gruppo specifico e ben delineato. Inoltre, è importare tenere presente che l’esposizione al sole continua e prolungata, senza un’adeguata protezione, può comportare serie conseguenze per qualsiasi fototipo.

fototipi
Fig.2: I fototipi

Test

Per capire il proprio fototipo il World Wide Web mette a disposizione numerosi test, tra cui uno del Ministero della Salute , che in base alle proprie caratteristiche fisiche indicano il tipo di comportamento da tenere quando ci si espone al sole. Per andare sul sicuro, comunque, dermatologi, farmacisti ed estetisti sapranno indicarvi la vostra categoria di appartenenza.

 

Immagini:

Fig.1: https://youtu.be/HZ_LU9GtP1A (0:36) (0:57)

Fig.2: https://youtu.be/YYY0eUTimW4 (7:35)