Fibroma pendulo, cause e iter terapeutico

fibroma

Dalla visita dermatologica all’intervento laser

In linea generale, con la voce fibroma pendulo si identifica un tumore benigno della pelle.

Più nel dettaglio, parliamo di un’anomalia nello sviluppo delle cellule epiteliali che appare come una concrezione in rilievo sulla regione più superficiale del derma.

I fibromi cutanei presentano una gradazione cromatica simile alla pelle circostante o lievemente più scura, mentre la loro dimensione spazia nell’ordine dei millimetri (da 1 a 5). In relazione al sito e alla natura per l’appunto “pendente” verso il basso, i fibromi possono risultare fastidiosi. Costituiscono dunque un vero e proprio disagio funzionale oltre che estetico specie se collocati a livello della palpebra superiore.fibroma

È sufficiente un semplice esame ambulatoriale per confermare la diagnosi ipotizzata.

Cause del fibroma pendulo

Sebbene le cause non siano note con certezza, in primo luogo figura l’indiscriminata esposizione ai raggi solari o alle lampade abbronzanti. Entrambe giocano un ruolo chiave, specie per il soggetto predisposto, ovvero caratterizzato da una carnagione chiara. 

Parimenti, non è un caso che il fibroma cutaneo pendulo si presenti soprattutto sulle aree del corpo soggette a sfregamento; tant’è che un soggetto obeso ha più possibilità di manifestare questa condizione. 

Età d’insorgenza e complicanze

fibromaL’età di occorrenza si aggira attorno ai 40-50, e le statistiche non rilevano distinzioni salienti fra i sessi. Tuttavia, in quanto influenzati da un fattore ormonale, al di là di questa soglia standard si riscontrano casi di fibroma più alti nelle donne rispetto agli uomini.

Il fibroma non è contagioso né può generare metastasi (al contrario di un nevo), e resta piuttosto da considerare la locazione e l’entità dello stesso, poiché tanto più le dimensioni  diventano considerevoli e tanto più questi sarà soggetto a colpi e ferite. Intrappolato in un tessuto, graffiato da un movimento scomposto o trazionato da un gioiello, il fibroma può facilmente sanguinare e distaccarsi – in parte o del tutto -, aumentando i rischi di contrarre infezioni.

 

Come intervenire  

Sarà sufficiente una visita dermatologica per chiarire ogni dubbio sulla natura di un fibroma pendulo. Lo specialista ne consiglierà dunque l’eventuale rimozione, e generalmente procederà con metodica chirurgica o laser; specie per le casistiche considerate “a rischio” urti e sfregamenti.

L’intervento può dirsi risolutivo ed il fibroma non è soggetto a recidiva.

L’iter clinico-terapeutico, per di più, è semplice e molto rapido, tanto che nel corso di una singola seduta si possono rimuovere più fibromi. L’escissione chirurgica avviene mediante bisturi ed elettrocoagulazione laser. Diversamente, ci si può avvalere di un laser CO2 frazionato.

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.