Acne e falsi miti: a cosa credere e a cosa no

acne e falsi miti

Le leggende metropolitane più comuni da sfatare

L’acne è una patologia infiammatoria della cute estremamente diffusa, che può causare seri disagi, sia fisici che psicologici. Sfortunatamente non c’è nulla che si possa fare per prevenirla e una volta contratta è di lunga durata. Come se tutto questo non bastasse, circolano anche una serie infinita di false credenze che servono solo a creare confusione sull’argomento.

L’acne è prerogativa degli adolescenti – FALSO

Sebbene gli adolescenti rappresentino la percentuale maggiore delle persone affette da questo disturbo, l’acne può presentarsi a qualsiasi età. Affligge maggiormente i giovani in età puberale, a causa delle modificazioni ormonali che attraversano in questo periodo, ma non dimentichiamo che anche altre condizioni possono comportare scompensi a livello di ormoni. Obesità e stress ne sono un esempio, ma anche medicine o terapie farmacologiche. Inoltre, gli squilibri ormonali sono solo una delle possibili cause dell’acne. Pare, infatti, che esista uno stretto legame con la genetica, e per quella, purtroppo, non c’è molto che si possa fare.

L’acne è causato da scarsa igiene – FALSO

La mancata pulizia del viso non può causare l’acne. La detersione, infatti, avviene a livello dell’epidermide, mentre l’infiammazione è radicata in profondità, nei pori. Con questo non si vuole assolutamente istigare alla sporcizia. Una corretta skin care è importantissima per il benessere della pelle, soprattutto di quella acneica. Tuttavia, anche persone molto attente sotto questo aspetto possono contrarre l’acne. Allo stesso tempo, lavarsi troppo e in maniera aggressiva potrebbe aggravare la condizione. Si rischia infatti di seccare e irritare la pelle, aumentando gli sfoghi. Meglio limitarsi a due detersioni al giorno, mattina e sera, con prodotti specifici e senza strofinare.

 L’acne è causato dal cibo grasso – FALSO

Cioccolata e patatine non sono alla base della formazione dell’acne. Come già detto, la patologia ha altre cause, che potete approfondire nel dettaglio in questo articolo. Anche in questo caso non significa che possiamo abbuffarci di schifezze in qualsiasi momento. Zuccheri e grassi, infatti, potrebbero peggiorare la patologia aumentando le eruzioni cutanee. Rimane tuttavia assodato che anche coloro che seguono le diete più sane e leggere possono sviluppare l’acne.

acne e falsi miti

L’acne è causato da un uso eccessivo di make-up – FALSO

Non basta che l’infiammazione colpisca la zona più in evidenza di tutto il corpo. Si vuole anche infierire e precludere, a chi ne è affetto, la possibilità di limitare in qualche modo l’imbarazzo che prova. È cattiveria. Il trucco, così come il cibo, l’igiene, il sole e gli alieni, non causa l’acne. È vero che fondotinta pesanti e molto sintetici possono occludere i pori, ma se si scelgono i prodotti giusti non c’è ragione per cui non si possa utilizzare il make-up. Ovviamente ricordandosi di rimuoverlo la sera, prima di andare a letto.

Il dentifricio è l’ideale per far scomparire i brufoli – FALSO

Questo è un tipico caso di leggenda metropolitana. L’utilizzo del dentifricio contro i brufoli è uno dei rimedi più gettonati e sponsorizzati del web, ma purtroppo è falso. Sebbene per qualcuno sia risultato utile su un brufoletto, in generale tutto quello che il dentifricio fa è seccare la pelle. Ha infatti proprietà antibatteriche, ma non è stato sviluppato per la cute bensì per i denti. Per questa ragione esso contiene una serie di ingredienti, come il mentolo o il laurilsolfato di sodio, che irritano la pelle e rischiano di peggiorare l’acne.

L’abbronzatura riduce l’acne – FALSO

Certo, un colorito più scuro può temporaneamente nascondere le eruzioni su viso e corpo. Tuttavia, il rischio di bruciarsi è davvero alto e, come sappiamo, le scottature possono comportare invecchiamento precoce o, peggio ancora, tumori della pelle. Inoltre, le radiazioni solari irritano la cute e rischiano di peggiorare sensibilmente gli sfoghi dell’acne. Meglio, invece, utilizzare sempre la crema protettiva, avendo cura di scegliere prodotti adatti alle pelli acneiche.

La crema idratante non serve – FALSO

Credenza comune in chi presenta acne e pelle grassa, è che idratarla non serva. Anzi, in molti sono addirittura convinti che sia deleterio, in quanto aumenterebbe la produzione di sebo. Tutto questo non solo è sbagliato, ma rischia persino di peggiorare la condizione. Al contrario, infatti, la crema idratante è fondamentale per l’equilibrio cutaneo e per mantenere la barriera protettiva superficiale. Bisogna però scegliere i prodotti giusti: preferire sostanze a base d’acqua, senza parabeni, alcool e profumi, e verificare che riportino la dicitura non comedogenico.

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.