Ultrasuoni in medicina estetica: una panoramica

ultrasuoni

Le applicazioni e i trattamenti ad ultrasuoni più utilizzati per la cura della bellezza.

L’impiego degli ultrasuoni in ambito estetico è sicuramente in grande evoluzione. Se infatti non si può certo parlare di novità, di sicuro sono innovativi gli strumenti e le applicazioni che si stanno sviluppando negli ultimi anni. D’altronde le onde sonore sembrano essere adatte e adattarsi al trattamento di svariati inestetismi, in genere quelli più odiati e combattuti. E così troviamo dispositivi contro gli accumuli adiposi, per il trattamento della cellulite e persino con finalità anti-age.

Funzioni

Gli ultrasuoni sono, per definizione, onde acustiche a frequenze impossibili da udire per l’uomo. È possibile riprodurli per mezzo di alcuni cristalli minerali o di ceramiche policristalline che hanno proprietà piezoelettrica, sono cioè in grado di generare vibrazioni qualora vengano attraversati da corrente elettrica alternata. Le onde ultrasoniche così prodotte penetrano i tessuti con una profondità inversamente proporzionale alla frequenza con cui sono emesse. Per questa ragione la legge prevede che gli ultrasuoni a basse frequenze possano essere utilizzati esclusivamente da personale medico, poichè si propagano più in profondità, mentre i centri estetici utilizzano dispositivi ad alte frequenze che agiscono in superficie.

ultrasuoni
Fig.1: Profondità d’azione

Gli ultrasuoni sono noti già da tempo in fisioterapia e medicina sportiva per il trattamento di contratture, tendiniti, borsiti e persino artrosi. Sono in grado di generare tre effetti sul corpo umano:

  1. Meccanico: le onde sonore provocano una sorta di massaggio profondo;
  2. Termico: gli ultrasuoni, muovendo le molecole, generano calore (effetto Joule);
  3. Chimico: sono responsabili di un fenomeno chiamato cavitazione ultrasonica.

Ultrasuoni in medicina estetica

In medicina estetica essi vengono impiegati in particolare secondo tre modalità:

  • Cavitazione: è la capacità degli ultrasuoni di rendere permeabile la membrana cellulare degli adipociti favorendo così la fuoriuscita del grasso e il suo conseguente smaltimento attraverso il sistema linfatico. Praticamente, le onde sonore generano delle bolle ad alta pressione che esplodendo “bucano” la membrana delle cellule adipose. Il trattamento non è invasivo e reca solo un lieve fastidio, come di una lieve scossa.
  • Ultrasuoni focalizzati ad alta intensità (HIFU): si tratta di onde ultrasoniche ad alte frequenze che, invece di propagarsi, vengono concentrate in un punto specifico, a vari livelli di profondità. Il calore così prodotto attiva il processo di coagulazione con conseguente contrazione del collagene esistente, rigenerazione cellulare e neo-produzione di collagene ed elastina. Questa tecnica è impiegata soprattutto per il rimodellamento corporeo e il lifting facciale non chirurgico.
  • Liposuzione ultrasonica assistita: il principio della cavitazione si combina all’azione meccanica dell’aspirazione del grasso, facilitando la rottura degli agglomerati adiposi e rendendo quindi la liposuzione più agevole, più rapida e con minore rischio di complicanze.
    ultrasuoni
    Fig.2: Lipolisi ad opera degli ultrasuoni

Applicazioni

– Accumuli adiposi di addome, fianchi, glutei, cosce e braccia;

– Cellulite;

– Lassità cutanee di viso, collo e decolleté.

Trattamenti e dispositivi

Tra gli usi più noti e comuni della medicina estetica ricordiamo:

Cavitazione ultrasonica: si applica direttamente a contatto con la pelle una sonda che emette ultrasuoni e risulta efficace nel trattamento di adiposità localizzate, cellulite e lassità cutanee.

Ultrashape: dispositivo ad ultrasuoni per il rimodellamento corporeo non invasivo.

Liposonix: impiega la tecnologia ultrasonica per ridurre la circonferenza ed eliminare gli accumuli di grasso in modo naturale e indolore.

ultrasuoni
Fig.3: Trattamento di ringiovanimento del volto

Ultherapy: ultrasuoni focalizzati per ridefinire l’ovale del volto, tonificare mento e collo e ridurre le rughe.

Liposuzione Ultrasonica Assistita (UAL): come già accennato si tratta dell’azione sinergica tra ultrasuoni e liposuzione.

HIFU Doublo: dispositivo che consente un lifting non chirurgico di viso e collo.

Liposuzione Ultrasonica Assistita Esterna (XUAL): gli ultrasuoni vengono in questo caso applicati dall’esterno.

Crioultrasuonoterapia: sfrutta l’azione combinata di ultrasuoni e terapia del freddo per combattere il grasso localizzato e la cellulite, e contemporaneamente tonificare la cute.

Liposuzione Vaser: rappresenta il perfezionamento della tecnica UAL con meno rischi e complicanze post-intervento.

Liposuzione Vaser HD: ultrasuoni applicati alla liposuzione per ridefinire i contorni muscolari e scolpire il corpo.

Controindicazioni ed effetti collaterali

È sconsigliabile sottoporsi a trattamenti con ultrasuoni in caso di: lesioni cutanee, gravidanza, pace maker, protesi metalliche, tumori, disfunzioni renali o epatiche.

 

Immagini:

Fig.1: https://youtu.be/ZPCBG73H7Gs 

Fig.2: https://youtu.be/S4w02F7_cZw

Fig.3: https://youtu.be/FpPMvmv341E