Fotobiomodulazione LED per rigenerare le nostre cellule

fotobiomodulazione led

Luce fredda contro gli inestetismi cutanei e la cellulite

La fotobiomodulazione (o fotobiostimolazione) a LED è una tecnica che utilizza le proprietà della luce fredda, prodotta da diodi, per stimolare le cellule a migliorare le proprie funzioni. A seconda della lunghezza d’onda utilizzata, questa metodica consente di combattere i segni dell’invecchiamento, l’acne, le smagliature e persino la cellulite. Si tratta di un trattamento non invasivo e non doloroso in quanto la luce LED non produce calore e quindi non intacca la superficie cutanea e non rischia di danneggiare i tessuti.

Strumento

fotobiomodulazione led
Fig.1: Manipolo per fotobiomodulazione LED

I dispositivi per fotobiomodulazione si compongono generalmente di una centralina che converte l’elettricità in impulso luminoso. L’impulso viene veicolato sulla pelle tramite pannelli, nel caso di zone o imperfezioni estese, o manipoli, per aree ristrette o per modellazioni specifiche. Nel caso del viso sono state sviluppate anche delle particolari maschere a LED. L’azione di questi impulsi, infatti, ha una maggiore efficacia quanto più essi sono vicini all’area da trattare. Poiché l’energia prodotta è a bassa intensità, non è necessario proteggere gli occhi con degli occhiali appositi, come con il laser, ma è sufficiente tenerli chiusi.

I dispositivi in commercio funzionano con luci a diverse lunghezze d’onda per trattare le problematiche in maniera selettiva:

BLU (415nm): è particolarmente efficace sui batteri che causano l’acne, ne riduce gli inestetismi e, in generale, purifica la pelle;

GIALLO (590nm): combatte l’invecchiamento cutaneo riducendo le rughe, attenuando rossori e iperpigmentazione e, in generale, migliorando la trama della cute;

ROSSO (633nm): agisce su infiammazioni, edemi e gonfiori e riattiva la circolazione sanguigna e linfatica, risultando quindi efficace su cellulite nodulare e teleangectasie;

INFRAROSSI (830-880nm): è responsabile del ringiovanimento cutaneo e della neo-produzione di collagene, riduce le adiposità localizzate e la cellulite.

Funzioni

Il principio che sta alla base della fotobiomodulazione LED non differisce di molto da quello della fotosintesi nelle piante. La luce infatti, agendo sui mitocondri, attiva una maggiore produzione di ATP, una molecola che rappresenta la principale forma di accumulo energetico per tutte le reazioni e i processi cellulari. Così facendo, la luce mantiene attive le cellule, ne migliora le funzioni e ne favorisce la rigenerazione. Le principali funzioni sono:

  1. Formazione di nuovo collagene ed elastina grazie alla stimolazione dei fibroblasti: la pelle sarà più tonica ed elastica.
  2. Inibizione delle collagenasi, enzimi responsabili dell’invecchiamento cutaneo.
  3. Aumento del flusso sanguigno e della circolazione linfatica: aumenta l’ossigeno nei tessuti, diminuiscono il gonfiore e la ritenzione idrica.

Applicazioni

La fotobiomodulazione a LED si presta a trattare tutte le parti del corpo, anche quelle più delicate: viso, contorno occhi, contorno labbra, collo, decolleté, seno, braccia, addome, fianchi, cosce e glutei. Può essere utilizzata per le seguenti problematiche:

fotobiomodulazione led
Fig.2: Maschera LED
  • Rughe sottili;
  • Cicatrici recenti;
  • Acne e cicatrici acneiche;
  • Ferite o inestetismi post chirurgia;
  • Ulcere cutanee;
  • Eritemi, eczemi e psoriasi;
  • Edemi;
  • Inestetismi post gravidanza;
  • Pelle a buccia d’arancia;
  • Cellulite e accumuli adiposi.

Di recente, il campo della fotobiomodulazione si esteso anche al trattamento della calvizie. Sembra infatti che la luce LED (in particolare quella rossa) stimoli la ricrescita dei capelli e ne favorisca l’irrobustimento. Per questa ragione è particolarmente consigliata in associazione a trapianti o terapia con PRP.

Vantaggi

·        Trattamento per nulla invasivo e indolore;

·        Non prevede ricovero, degenza o medicazioni;

·        Non dà esiti cicatriziali né danneggia i tessuti;

·         I tempi di applicazione sono rapidi;

·        Non presenta effetti collaterali;

·        Può essere effettuato in qualunque periodo dell’anno;

·         Non ha limiti rispetto al fototipo.

Trattamento

fotobiomodulazione led
Fig.3: Trattamento viso

È necessaria una visita preventiva per stabilire quale luce usare e quante sedute occorrano in base alla problematica. Prima dell’esposizione, la cute deve essere pulita e detersa. Se si utilizzano i pannelli, questi verranno posizionati il più vicino possibile alla zona interessata. Nel caso di trattamento con manipolo, lo specialista lo passerà più volte sopra l’area da trattare. Il paziente non avverte nulla, né dolore né fastidio. Al termine si possono applicare delle creme idratanti, lenitive o sebonormalizzanti, a seconda dei casi. Si è quindi liberi di tornare alle proprie attività quotidiane.

La seduta varia dai 10 ai 30 minuti a seconda dell’estensione dell’area. Generalmente si consigliano 6-10 sedute a scadenza settimanale, ma possono diminuire o aumentare in base al tipo di problematica e alla zona da trattare.

Risultati

I primi risultati compaiono dopo 3-4 sedute e sono molto soddisfacenti. Ovviamente richiedono più tempo rispetto ad altri trattamenti, ma l’aspetto risulta naturale e non stravolge i contorni di viso e corpo.

Costi

Il costo è di circa 60€ a seduta.

Controindicazioni ed effetti collaterali

In seguito al trattamento può residuare un leggero rossore che può essere tranquillamente mascherato e comunque scompare in poche ore.

La fotobiomodulazione a LED è sconsigliata in caso di fotosensibilità o se stiano assumendo farmaci fotosensibilizzanti. Non è controindicata in gravidanza ma è comunque preferibile aspettare almeno 6 mesi dopo il parto prima di sottoporsi alla terapia.

 

Immagini:

Fig.1: https://youtu.be/Clevu9G0hGY 

Fig.2 : https://youtu.be/rDJkvYsN7wI 

Fig.3: https://youtu.be/Cu0OZ5Q8HkE 

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.