TCA Cross per il miglioramento delle cicatrici

tca cross

Peeling chimico

Il TCA, ovvero l’acido tricloroacetico, viene impiegato in campo estetico per i trattamenti con peeling chimico mirati al miglioramento delle cicatrici atrofiche puntiformi. Tale tipologia di cicatrici si presenta sulla cute come una sorta di foro, più o meno dilatato,  in cui la zona la pelle risulta come trattenuta all’interno. Questi inestetismi, specie situati sul viso, possiedono un forte impatto sulla vita quotidiana di chi ne è affetto.

Tecnica

La tecnica del TCA cross (chemical reconstruction of skin scars) è stata ideata da uno specialista coreano non molti anni fa. Si distingue dal classico metodo dei peeling chimici in quanto non viene applicato sull’intera superficie del viso ma unicamente sulle cicatrici. Viene impiegato uno strumento (generalmente uno stuzzicadenti ma si può usare anche una siringa) che, inzuppato di acido, andrà premuto all’interno di esse. La soluzione di TCA utilizzata in questa tecnica è più concentrata di quella impiegata nel peeling: dal 65% al 98% in base alla profondità delle cicatrici.

Procedura

La procedura è piuttosto breve e per nulla dolorosa, infatti non è previsto l’utilizzo di alcun tipo di anestetico. Per prima cosa si valutano le condizioni della cute. Successivamente si intinge lo stuzzicadenti nel TCA per poi premerlo sulla cicatrice da trattare. Piano piano si vedrà la cicatrice diventare bianca (frosting); questo fenomeno indica che l’acido sta facendo effetto.

Terminato il trattamento tutte le cicatrici trattate appariranno bianche. Nei giorni successivi si formeranno delle crosticine che nel giro di breve tempo cadranno svelando una pelle decisamente più liscia; tali crosticine non devono essere tolte per nessun motivo. Bisognerà invece applicare una pomata antibiotica, prodotti emollienti e creme a protezione solare totale. Il trattamento dovrà essere ripetuto una volta al mese per circa 6-9 mesi.

Costo

Il TCA cross è reperibile anche in un kit fai-da-te al costo di circa 50 euro. Tuttavia, è sempre meglio rivolgersi ad un professionista che chiederà circa 300 euro a seduta.

 

Immagini:

Fig.1: https://youtu.be/fcQwWbqjMW0

Fig.2-5: https://youtu.be/b7iiDQTQYFE

Fig.3-4: https://youtu.be/vbnuHogM7_Y

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.