Needling: esfoliazione a micro aghi

needling

Trattamento per stimolare la produzione di collagene

Il needling (da needle, che in inglese significa ago), o Collagen Induction Therapy (CIT), è una tecnica che prevede l’utilizzo di strumenti dotati di micro-aghi (di lunghezza variabile tra 0,5 e 3mm).Essi, perforando la cute fino alla parte alta del derma, favoriscono un più rapido assorbimento di creme e prodotti specifici. Il trauma inoltre favorisce il ricambio cellulare e la neo-produzione a livello cutaneo di collagene ed elastina. A differenza di altri trattamenti, come quelli con il laser CO2 o il laser Erbium, il needling è una procedura non ablativa, che non risulta cioè aggressiva per l’epidermide e non la danneggia. Ricerche condotte finora hanno dimostrato la sua efficacia in caso di cicatrici, cicatrici acneiche, rughe e smagliature.

Dispositivi

Gli strumenti specifici atti a praticare il needling possono essere di due tipi:

  1. Il Roller: un dispositivo manuale a forma di piccolo rullo, montato su di un’asta e ricoperto di micro-aghi disposti in modo regolare e realizzati in acciaio inossidabile o titanio. Presenta una concentrazione di aghi maggiore rispetto alla penna (circa 600) e consente l’utilizzo domiciliare. In commercio ne esistono di diversi modelli, tra cui DermarollerTM, Roll-CIT® e MicroRoll®.
    needling
    Fig.1: Roller
  2. La Penna Dermica: è uno strumento automatizzato, alimentato da un motorino elettrico, che permette di scegliere tra diversi programmi di velocità, frequenza e profondità delle micro-perforazioni. Il numero di aghi presenti è nettamente inferiore rispetto al Roller (9 o 11 aghi), ma la sua forma sottile le conferisce maggiore maneggevolezza e la possibilità di trattare più facilmente (grazie alla micro-perforazione verticale) e in maggior sicurezza zone come il decolleté, contorno occhi, naso e labbra. Tra i marchi presenti sul mercato troviamo DermaPenTM, SkinPen II®, MicroPenTM, Rejuvapen™, Collagen P.I.N.
    needling
    Fig.2: Penna dermica

Tipologie

 In base alla lunghezza degli aghi possiamo distinguere tre diversi trattamenti:

  • cosmetico si realizza in autonomia con un rullo provvisto di aghi da 0,5mm;
  • medico viene effettuato da specialisti con dispositivi dotati di aghi da 1,5 mm;
  • chirurgico, per il quale si utilizzano aghi di 3 mm.

Un intervento non esclude l’altro e il medico curante può ritenere opportuno prescriverli tutti e tre.

Needling cosmetico

Può essere svolto in autonomia dal paziente e comodamente a domicilio con l’ausilio di un Roller. È un trattamento che aiuta la pelle a migliorare l’assorbimento cutaneo dei principi attivi di creme specifiche già utilizzate e ad acquisire maggiore spessore e tonicità. Le micro-perforazioni infatti colpiscono lo strato corneo favorendo la penetrabilità della cute. È particolarmente indicato in concomitanza con il needling medico per aumentarne l’efficacia. Dal momento che gli aghi utilizzati sono molto corti il processo risulta poco, o in alcuni casi per niente, doloroso. Si possono trattare tutte le aree che necessitano di tono e compattezza: viso, collo, decolleté, braccia, cosce e natiche. Poiché si tratta comunque di lesioni, per quanto molto piccole, si noterà un arrossamento della pelle successivo al trattamento con possibile comparsa di goccioline di sangue.

needling
Fig.3: Differenze tra roller e penna dermica

Needling medico

Si tratta di un intervento ambulatoriale, poco doloroso perché spesso associato all’uso di creme anestetiche, come ad esempio la Lidocaina. Viene effettuato con il Roller o con la Penna Dermica predisposti per avere aghi sterili e monouso. La neo formazione di collagene inizia fin dalla prima seduta. In particolare, le micro-punture prodotte dagli aghi stimolano la rigenerazione cellulare perché liberano fattori di crescita quali le citochine: glicoproteine prodotte dal sistema immunitario (macrofagi, linfociti, leucociti) che rivestono il ruolo di trasmettitori di messaggi alle altre cellule per quanto riguarda crescita, riproduzione, differenziazione o anche morte cellulare. Questo permette di migliorare il tono cutaneo, riempire rughe e cicatrici e conferire maggiore luminosità alla pelle senza danneggiare l’epidermide. Il needling medico si basa sul principio per il quale centinaia di lievi punture effettuate contemporaneamente innescano la produzione di collagene ed elastina necessari alla riparazione tissutale. È particolarmente indicato in caso di:

  • cicatrici acneiche;
  • cicatrici traumatiche;
  • rughe del contorno occhi e labbra;
  • smagliature;
  • macchie da eccesiva esposizione solare;
  • disturbi pigmentari.

Il trattamento prevede un immediato ritorno alla vita sociale e può essere ripetuto a distanza di 1-2 mesi. È spesso associato ad altre terapie, quali il peeling e la terapia fotodinamica, che intendono far penetrare con maggiore rapidità ed efficacia un principio attivo nella pelle. È indirizzato soprattutto a pazienti tra i 30 e 55 anni che vogliano rallentare il naturale processo di invecchiamento o eliminare alcune problematiche estetiche.

Trattamentoneedling

Dopo una prima visita di controllo per verificare che il needling sia la scelta più adatta al caso specifico, si procederà con il trattamento vero e proprio. La cute della zona interessata sarà trattata con una crema anestetica una mezz’ora prima di iniziare in modo da ridurre al minimo l’impatto doloroso. Dopo aver disinfettato e deterso la zona si procederà al needling vero e proprio facendo passare il rullo sulla pelle in tutte le direzioni. Si procederà poi ad applicare il principio attivo che si vuole far penetrare nella cute.

Il trattamento è di durata variabile (5-15min) a seconda dell’area, che si presenterà quindi arrossata per al massimo 24 ore. Per questo motivo verrà applicata una crema lenitiva. Un possibile lieve sanguinamento è del tutto normale in quanto si tratta pur sempre di lesioni. È preferibile evitare l’esposizione diretta al sole almeno finché l’eritema del post-trattamento non sia guarito completamente. A seconda della zona e dell’area da trattare il medico può consigliare anche 3 o 4 sedute.

Controindicazioni

Il needling è comunque una terapia leggermente invasiva e in quanto tale sconsigliata in caso di infezioni attive della cute da trattare, problemi di coagulazione o cicatrizzazione, dermatiti, psoriasi, eczemi, tumore cutaneo o acne attiva. Non è inoltre indicata a donne in gravidanza o in allattamento.

Risultati

Pur notandosi da subito dei lievi miglioramenti, bisognerà attendere 2-3 mesi perché si formi il nuovo collagene. I tempi sono quindi più lunghi rispetto ad altri trattamenti, ma la guarigione è più rapida e i rischi limitatissimi. I reali benefici ovviamente dipendono dal tipo di pelle, dal disturbo e da eventuali richiami nel tempo (è consigliato almeno 1 all’anno).

Costi

Possono variare dai 100€ ai 300€ a seduta.

Needling chirurgico

Si tratta di un’operazione e come tale viene eseguita in sala operatoria. La lunghezza degli aghi utilizzati (3mm) rende necessaria la presenza di un’anestesista che pratichi un’anestesia locale o una leggera sedazione del paziente. Il trattamento infatti prevede un trauma, con un conseguente sanguinamento, maggiore rispetto agli altri due che libererà però un numero maggiore di citochine pro-infiammatorie e fattori di coagulazione.

 

Immagini:

http://www.skinneymedspa.com/microneedling-vs-fraxel-clear-brilliant/

Fig.1: https://youtu.be/9b4llgqXw4Y

Fig.2-3: https://youtu.be/mwDRh3OpNJ4

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.