Microdermoabrasione, peeling fisico con punte di diamante

microdermoabrasione

Esfoliazione meccanica della pelle 

La microdermoabrasione è un trattamento estetico non invasivo che ha come scopo l’esfoliazione della pelle, in particolare quella del viso, delle mani, della schiena e dei piedi. Questa tecnica lavora sugli strati superficiali della pelle mediante degli appositi strumenti che non necessitano di prodotti chimici. Risulta molto valida anche in associazione ad altri trattamenti per favorire la veicolazione di principi attivi, come il peeling chimico. Gli strumenti utilizzati sono delle semplici testine a punta di diamante aventi diverse forme e montate su di una base rotante che una volta azionata permetterà l’esfoliazione della cute. L’azione delle punte di diamante consiste nel logorare la superficie cutanea eliminando le cellule morte ed accelerando la produzione di collagene ed elastina.

Per cosa viene impiegato

microdermoabrasione
Fig.1 Strumento

La microdermoabrasione è utile per trattare alcune delle imperfezioni superficiali che maggiormente interessano la nostra pelle:

  • rughe sottili;
  • macchie;
  • piccole cicatrici causate dall’acne o da interventi;
  • smagliature;
  • brufoli;
  • tatuaggi;
  • seborrea;
  • cheloidi inattivi;
  • pori dilatati.

Come avviene il trattamento

Il trattamento è piuttosto semplice e dura solamente una ventina di minuti. Tuttavia deve essere ripetuto da 3 a 10 volte a settimana, in qualsiasi momento dell’anno. La seduta comincia con la detersione della pelle da trattare, dopodiché si prosegue con la tonificazione mediante una soluzione a base di estratti vegetali. Si procederà quindi ad asciugarla con cura per eliminare ogni ostacolo ed ottenere così la massima abrasione possibile. Scelta la testina più adatta alla zona che si vuole trattare, la si fisserà sulla base rotante e si comincerà con il trattamento vero e proprio esercitando una leggera pressione sulla cute. Terminata la fase centrale si andrà ad applicare un abbondante strato di crema idratante con protezione solare in modo da aiutare la pelle durante il suo processo di guarigione. Una volta concluso il ciclo di sedute previsto è bene effettuare sedute mensili o bimestrali di mantenimento.

Rughe sottili

microdermoabrasione
Fig.2 Testine

Nei casi in cui l’obiettivo sia quello di eliminare le rughe sottili, prima di procedere con la microdermoabrasione si applicherà una soluzione di acido glicolico e la si lascerà in posa prima di rimuoverla e applicare una soluzione sgrassante. Si procederà poi con la microdermoabrasione, si andrà a spalmare sul viso del paziente una crema acidificante e dopo averla rimossa si procederà con il classico massaggio facciale. Una volta terminato anche il massaggio si dovrà eliminare ogni residuo di crema per poi applicare un siero nutriente ed una crema specifica post peeling.

Iperpigmentazioni

microdermoabrasione
Fig.3: Trattamento

Nei casi di iperpigmentazione, si applicherà, dopo la microdermoabrasione, una soluzione schiarente ed una di acido glicolico. Una volta eliminato l’acido AHA si applicherà una maschera ad azione sbiancante, un tonico regolatore del PH cutaneo, un ulteriore prodotto depigmentante ed infine la crema idratante e dermoprotettiva.

Cicatrici

I caso di cicatrici si andrà ad applicare, prima della microdermoabrasione, uno strato di crema acidificante, uno di sgrassante ed una dose di gel contenente acido AHA che andrà lasciato in posa. Il gel verrà poi eliminato e sostituito dall’acido tricloracetico nelle zone che presentano cicatrici. Si passerà quindi lo strumento sulle zone interessate per poi applicare una maschera calmante e schiarente ed, infine, una crema idratante e dermoprotettiva.

Consigli

  • non sottoporsi a più di 10 sedute l’anno;
  • non sottoporsi al trattamento in caso di tumori della pelle;
  • evitare le zone irritate;
  • non effettuare il trattamento su labbra, occhi, nei, voglie, verruche ed herpes;
  • durante i successivi 3-4 giorni non esporsi al sole o a lampade abbronzanti;
  • indossare sempre una crema con fattore protettivo alto;
  • non utilizzare cosmetici contenenti acidi.

Costo

Il costo si basa sull’area da trattare e sul trattamento che è necessario effettuare, in genere comunque varia da 120 a 200 euro a seduta.

 

Immagini:

Fig.1-2-3: https://youtu.be/WXqYrm2WGDE

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.