Acido Salicilico contro le macchie causate da sole ed età

acido salicilico

Peeling chimico specifico per eliminare l’iperpigmentazione

L’ acido salicilico viene impiegato per i trattamenti cutanei a livello superficiale e moderato con effetti di assottigliamento e di rigenerazione cellulare degli strati dell’epidermide. Esso agisce come cheratolitico, separando in modo selettivo il legame proteico che esiste tra le cellule dello strato corneo. Poiché il suo principio attivo distrugge ed esfolia esclusivamente le cellule cornee, è ben tollerato anche dai tessuti sottostanti privi di cheratina.

Per cosa è indicato

  • photoaging: ovvero danni causati dall’esposizione solare, in soggetti non anziani e non inclini all’iperpigmentazione post infiammatoria;
  • acne comedonica e papulo-pustolosa: l’ acido salicilico elimina il tappo cheratinico liberando il comedone dal contenuto sebaceo. A differenza dell’acido glicolico, può intervenire anche qualora lo stato infiammatorio acuto della lesione non sia ancora terminato;
  • iperpigmentazioni melaniche e post operatorie.

Applicazione

Acido salicilico

Prima dell’applicazione dell’acido salicilico si dovrà detergere il viso con prodotti specifici. L’acido verrà distribuito sul viso con il classico pennello a ventaglio, partendo dalla fronte, passando per gli zigomi, per il mento fino ad arrivare al naso. Applicato il prodotto, il paziente comincerà ad avvertire una sensazione di bruciore che però durerà solo pochi minuti; questo dipende dall’effetto analgesico dell’ acido salicilico quando oltrepassa lo strato corneo e raggiunge il derma. Rispetto all’acido glicolico, la sua profondità d’azione è limitata, tuttavia può essere aumentata ripetendo l’applicazione immediatamente. I cicli di sedute dipendono dai risultati che si vogliono ottenere e possono essere al massimo 3-4 per i fototipi chiari o 5 per le pelli scure. La distanza tra le varie sedute non dev’essere inferiore a tre settimane.

Post seduta

Dal secondo-terzo giorno si comincia a notare il processo di esfoliazione attivato dall’acido salicilico. Essa può trasformarsi anche in una desquamazione piuttosto evidente con la comparsa di eritema e chiazze brune, fortunatamente solo temporanei. E’ necessario applicare creme idratanti e dotate di filtro solare, ed evitare l’esposizione a lampade abbronzanti e al sole in quanto, mancando la barriera cornea, la pelle risulta più sensibile.

Effetti collaterali

Gli effetti collaterali provocati dall’ acido salicilico sono risolvibili ed in genere riguardano:

  • chiazze scure;
  • rossore;
  • herpes simplex;
  • brufoli;
  • croste;
  • sfogo acneico;
  • dolore fisico non acuto.

Immagini:

Fig.1: https://youtu.be/HUCCRfx5ayc (1:27)