Ossigenoterapia per far respirare la pelle

ossigenoterapia

Propulsione d’ossigeno contro i più comuni inestetismi della cute

L’ ossigenoterapia a propulsione è una tecnica che prevede la nebulizzazione di ossigeno puro ad alta pressione sulla pelle per combattere i segni dell’invecchiamento, le macchie cutanee e l’acne. È una tecnica non invasiva e non dolorosa che non prevede l’uso di aghi o medicazioni. Consente di purificare la pelle, attivare la rigenerazione cellulare e favorire la neo-formazione di collagene ed elastina. La pressurizzazione dell’ossigeno, inoltre, permette di veicolare alcuni principi attivi nel derma in modo efficace ma non doloroso. A seconda della problematica, quindi, sarà possibile trasferire nella cute sostanze rigeneranti, antiossidanti o seboregolatrici.

Strumento

Nell’ossigenoterapia a propulsione vengono utilizzati dei dispositivi medici sofisticati che pressurizzano l’ossigeno presente nell’atmosfera e lo comprimono al punto da raggiungere concentrazioni del 94-98%. L’ossigeno così ottenuto viene poi erogato in modo iperbarico (ad una pressione superiore di quella atmosferica) tramite una sorta di aerografo che consente all’operatore di scegliere l’intensità desiderata in base all’inestetismo e all’area da trattare. Il manipolo, simile ad una pistola, dispone anche di una coppetta per l’immissione di sostanze cosmetiche o farmacologiche, che saranno poi diffuse in profondità nella pelle grazie all’ossigeno: acido ialuronico, vitamine, aloe vera, sostanze lipolitiche e altre.

ossigenoterapia
Fig.1: Strumento di diffusione dell’ossigeno iperbarico

In commercio esistono numerosi macchinari per l’ ossigenoterapia. Alcuni sono dotati anche di testine micro-abrasive per uno scrub delicato, senza peeling chimici; altri, invece, combinano all’azione dell’ossigeno alcuni strumenti massaggianti che li rendono idonei per trattamenti snellenti o rimodellanti e per combattere la cellulite (tachipercussione ossigenata).

Effetti

L’ossigeno è un elemento fondamentale per il nostro organismo che gli consente di svolgere tutte le normali funzioni fisiologiche. Esso inoltre è alla base dei processi metabolici e di ricambio cellulare. Le sue proprietà erano già da tempo utilizzate, oltre che per i problemi respiratori, anche per curare bruciature e lesioni cutanee. L’ossigeno infatti accelera i naturali processi di guarigione della pelle.

Applicato alla medicina estetica, l’ossigeno iperbarico offre numerosi proprietà:

  • Disintossicante: libera la pelle da impurità e tossine;
  • Vascolarizzante: aiuta a ripristinare il corretto microcircolo nei tessuti;
  • Anti-age: stimola il ricambio cellulare combattendo i segni dell’invecchiamento;
  • Rigenerante: favorisce la neo-formazione di collagene ed elastina per una pelle più tonica ed elastica.

Applicazioni

ossigenoterapia
Fig.2: Purificazione cutanea

L’ ossigenoterapia è particolarmente indicata per la cura del viso che, essendo più esposto, risente maggiormente del passare del tempo, sole, inquinamento e così via. Con l’ossigeno iperbarico è possibile trattare:

  • Rughe, sia sottili che profonde;
  • Segni d’espressione;
  • Acne e pori dilatati;
  • Rosacea;
  • Cicatrici, acneiche e non;
  • Iper o ipo-pigmentazioni cutanee (macchie);
  • Dermatiti o psoriasi;
  • Lassità.

È efficace anche contro le smagliature e, se abbinata all’uso di sostanze lipolitiche e massaggi, la terapia può essere utile per contrastare la cellulite.

Vantaggi

– Trattamento non invasivo, che non necessita di aghi o bisturi;

– Non è doloroso e non prevede ricovero o medicazioni;

– È adatto a tutte le età;

– Non presenta controindicazioni o effetti collaterali;

– I risultati sono naturali e durano nel tempo;

– Non lascia segni o cicatrici e il paziente può immediatamente tornare alle proprie attività.

Trattamento

ossigenoterapia
Fig.3: Trattamento

È indispensabile un consulto preliminare con lo specialista per determinare il protocollo più adeguato al tipo di inestetismo che si vuole risolvere. Generalmente la seduta di ossigenoterapia comincia con una pulizia profonda della zona da trattare e possibilmente un leggero peeling per eliminare lo strato di cellule morte. In seguito, l’ossigeno iperbarico viene erogato da solo in modo da purificare ulteriormente la zona e aprire i pori per migliorarne la capacità di assorbimento. A questo punto all’ossigeno vengono aggiunte le sostanze più adeguate alla problematica da trattare e vengono anch’esse nebulizzate sulla cute a distanza ravvicinata. Per tutta la durata del trattamento il paziente non avverte dolore bensì una sorta di massaggio. Si può tornare immediatamente alle proprie attività avendo cura di non esporsi al sole senza un’adeguata protezione (almeno 30 spf).

La seduta può durare da 20 minuti a 1 ora, a seconda dell’estensione della zona e del tipo di protocollo praticato (se prevede o meno massaggio). Si consiglia un ciclo di 6-8 sedute a cadenza settimanale.

Risultati

I risultati sono visibili dalla prima seduta ma diventano maggiormente evidenti dopo circa una settimana. La pelle risulterà più fresca, tonica e omogenea. Bisogna tenere presente comunque che si possono contrastare i segni dell’invecchiamento ma non fermare il tempo. Pertanto è bene combinare la terapia con uno stile di vita sano e dell’attività fisica. È inoltre consigliabile effettuare delle sedute di mantenimento.

Costi

I prezzi dipendono fortemente dall’estensione dell’area da trattare e dal tipo e quantità di prodotti eventualmente utilizzati in abbinamento. Si va da 50€ a 300€.

 

 

Immagini:

Fig.1: https://youtu.be/2IGLD2aQmRw 

Fig.2: https://youtu.be/5VYfL53nzeY 

Fig.3: https://youtu.be/_qLRCGsh4eQ 

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.