Tecarterapia estetica, efficace e indolore

tecarterapia

Il calore endogeno come rimedio globale per i tessuti corporei

La tecarterapia, o semplicemente Tecar®, è una metodica brevettata che sfrutta l’azione del calore interno all’organismo per combattere il ristagno dei liquidi, la cellulite e l’invecchiamento tissutale.Nata come valido ausilio fisioterapico in medicina sportiva e terapia del dolore, è stata poi applicata alla medicina estetica per le sue proprietà di azione drenante dei fluidi, attivazione del microcircolo e ripristino del corretto metabolismo dei grassi. È una terapia totalmente indolore, che si presenta come una sorta di intenso massaggio. Un manipolo viene fatto scorrere sulla cute in modo da stimolare l’aumento della temperatura interna ai tessuti. Il risultato è una pelle più compatta e tonica in poche sedute.

Strumento

tecarterapia
Fig.1: Manipolo

Il principio alla base della tecarterapia è definito termoterapia endogena, utilizza cioè il calore per stimolare i tessuti (come laser e ultrasuoni). Questo calore, però, è prodotto dal corpo stesso e non dallo strumento (a differenza di laser e ultrasuoni).

Il dispositivo è formato da un generatore di corrente collegato ad un manipolo e ad una piastra che va applicata sulla cute dal lato opposto all’area da trattare. La differenza di potenziale elettrico che si viene così a creare, stimola il movimento degli elettroliti all’interno dei tessuti e induce quindi il corpo a generare calore.

Tecar® è un acronimo per Trasferimento Energetico Capacitivo e Resistivo e fa riferimento alle due modalità di utilizzo del manipolo:

  • Modalità capacitiva: si utilizza una piastra mobile isolata per trattare i tessuti molli (tessuto connettivale, muscoli, cute, vasi linfatici e microcircolo);
  • Modalità resistiva: si utilizza una piastra mobile non isolata per trattare i tessuti con una maggiore resistenza alla corrente (ossa, tendini, articolazioni e così via).

Funzioni

La tecarterapia, come abbiamo visto, vanta numerosi benefici sia in medicina che in estetica. In quest’ultimo campo è particolarmente apprezzata per la sua azione di:

tecarterapia
Fig.2: Principio di funzionamento
  1. Vasodilatazione e aumento della circolazione sanguigna;
  2. Incremento dell’ossigenazione dei tessuti con conseguente miglioramento del metabolismo cellulare;
  3. Stimolazione della circolazione linfatica che si traduce in un effetto drenante;
  4. Favorisce lo smaltimento delle tossine e dei radicali liberi.

Applicazioni

La tecarterapia estetica, dunque, ha molteplici campi di utilizzo:

  • Cura della cellulite;
  • Riduzione delle formazioni nodulari che causano il cosiddetto effetto buccia d’arancia;
  • Rassodamento dei tessuti;
  • Linfodrenaggio (Linfotecar);
  • Trattamento del linfedema (accumulo anormale di liquidi dovuto ad un malfunzionamento del sistema linfatico);
  • Prevenzione e attenuazione dei segni dell’invecchiamento di viso, collo e decolleté;
  • Riduzione di edemi dovuti ad operazioni di chirurgia estetica;
  • Attenuazione delle borse suboculari.

La terapia è spesso consigliata a chi abbia effettuato interventi di riduzione degli accumuli adiposi o di liposcultura.

Vantaggi

  • Trattamento rapido e indolore;
  • Non invasivo;
  • Non necessita di ricovero, degenza o medicazioni;
  • Il calore si forma all’interno evitando il surriscaldamento della cute;
  • Sono sufficienti poche sedute;
  • Risultati duraturi;
  • Non presenta effetti collaterali;
  • Ha costi contenuti.

Trattamento

tecarterapia
Fig.3: Trattamento anticellulite

La tecarterapia può essere svolta da fisioterapisti, medici estetici o estetiste, purché esperti nel protocollo Tecar®. Nello specifico, viene applicata sulla cute della zona da trattare una crema che facilita il passaggio del manipolo. Prima di tutto, la pelle deve essere pulita e privata di eventuale make-up. Sull’area esattamente opposta viene posizionata la piastra di ritorno. Il manipolo viene manovrato come per un massaggio energico, insistendo nelle zone maggiormente interessate dall’inestetismo. Il calore generato viene controllato dalla centralina e può essere diminuito in qualsiasi momento dall’operatore se il paziente avvertisse fastidio.

La durata della seduta è di circa 15 minuti per il viso e 30 minuti per il trattamento anticellulite. È consigliato un ciclo di 1-2 sedute alla settimana per 4 settimane.

Risultati

I primi risultati sono immediatamente visibili. La circonferenza diminuisce subito dopo la prima seduta e la pelle risulta più tonica. In poche settimane gli effetti saranno più marcati, soprattutto per quanto riguarda le rughe. Dal momento che agisce sulle cause biologiche degli inestetismi, i risultati saranno più duraturi.

Costi

Il costo a seduta va dai 40€ ai 60€ circa.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Non si registrano effetti collaterali, se non un lieve rossore della zona trattata dovuto semplicemente allo scorrimento del manipolo e che scomparirà in pochissimo tempo. Può essere utilizzata anche da portatori di protesi poiché lo strumento non surriscalda le strutture protesiche.

È sconsigliata, ma non del tutto controindicata, in gravidanza, a pazienti con pacemaker o a persone insensibili alle temperature.

 

Immagini:

Fig.1: https://youtu.be/eZH8agNwkX0

Fig.2: https://youtu.be/Ac4x6e__4to 

Fig.3: https://youtu.be/-SWXPsgZ1vw