Microcorrenti come alternativa al lifting tradizionale

microcorrenti

Come dare una scossa alla propria giovinezza

Le microcorrenti sono correnti a bassa intensità che vengono applicate in zone specifiche del volto per “rieducare” le fibre muscolari ed ottenere quindi un rimodellamento dei contorni del viso in modo naturale. Gli impulsi elettrici aumentano anche la vascolarizzazione e infondono nuova energia alle cellule, favorendo così la rigenerazione tissutale e la produzione di nuovo collagene ed elastina. Il risultato sarà una pelle più giovane e tonica, in modo indolore e senza tempi di recupero.

Strumento

microcorrenti
Fig.1: Lifting viso a microcorrenti

Il dispositivo è composto da una centralina che genera le microcorrenti e da alcune sonde che le diffondono ai tessuti. Questi impulsi sono a bassissima intensità e cercano di replicare quelli già presenti nel nostro organismo, di modo che il corpo li riconosca come propri e li utilizzi nelle sue varie attività. L’energia è veicolata da due sonde che agiscono contemporaneamente e che rappresentano una il polo positivo, l’altra il polo negativo. Esistono vari tipi di manipoli in relazione al tipo di trattamento che si vuole effettuare. Il più comune è a forma di due globi che vengono fatti scivolare sulla cute per risollevare i muscoli. Un altro, invece, è a forma di cilindro ed è impiegato per scolpire i contorni. Tramite la centralina è possibile regolare l’intensità delle correnti a seconda della zona e dell’inestetismo da trattare.

Funzioni

microcorrenti
Fig.2: Trattamento del volto con manipoli cilindrici
  • I muscoli vengono risollevati alla loro posizione originaria in modo da ottenere un lifting completamente naturale. Viene inoltre fornita loro l’energia necessaria per mantenere questa corretta posizione a lungo.
  • Aumenta la circolazione sanguigna e linfatica e di conseguenza la vascolarizzazione e ossigenazione dei tessuti. Questo comporta una pelle più fresca e tonica.
  • Aumenta la produzione di ATP che rappresenta la fonte energetica primaria delle cellule per svolgere al meglio le proprie funzioni. In tal modo si favorisce il processo di rigenerazione cellulare che contrasta l’invecchiamento cutaneo.
  • Gli impulsi elettrici provocano una contrazione del collagene esistente per una ricompattazione generale del volto.
  • Grazie alla stimolazione cellulare, si attiva il processo di produzione di nuovo collagene ed elastina.

Applicazioni

Il lifting a microcorrenti viene impiegato soprattutto per viso, collo e decolleté in caso di:

  • Rilassamento cutaneo;
  • Rughe sottili e segni d’espressione;
  • Macchie scure e rossori;
  • Borse suboculari;
  • Pori dilatati;
  • Cicatrici acneiche.

Vantaggi

  • Trattamento non invasivo e indolore;
  • Non richiede anestesia né tempi di recupero;
  • Costituisce un trattamento sia preventivo che correttivo;
  • È adatto a qualsiasi età;
  • È completamente atossico e non prevede l’utilizzo di farmaci;
  • I risultati sono immediati, perdurano nel tempo e risultano naturali.

Trattamento

microcorrenti
Fig.3: Trattamento collo

Il trattamento può essere eseguito sia da medici che da estetisti purché esperti nella metodica. Infatti, pur trattandosi di microcorrenti a bassa intensità, esse devono essere utilizzate con cautela per evitare spiacevoli effetti collaterali. I muscoli facciali inoltre sono striati e bisogna seguirne l’andamento con le sonde (verticale, orizzontale o diagonale a seconda del tipo di muscolo) perché gli impulsi abbiano effetto.

Prima di cominciare bisogna togliere tutti i gioielli e procedere con una detersione della pelle. Si applica quindi un gel conduttore sulla zona e si procede a far scorrere il manipolo sulla cute. I movimenti sono molto specifici a seconda dell’effetto che si vuole ottenere: scivolamento delle due sonde una verso l’altra, pressione sul muscolo per sollevarlo o allontanamento delle sonde una dall’altra. Il paziente non avverte dolore ma una sorta di formicolio e una leggera contrazione muscolare, indici del fatto che le microcorrenti stanno avendo effetto. Al termine il paziente può immediatamente tornare alle proprie attività.

Il trattamento è rapido e dura al massimo un’ora per l’intero viso. Sono indicati cicli di 2 sedute a settimana per 4-6 settimane, ma possono aumentare a seconda del tipo di inestetismo e della risposta individuale del paziente. È inoltre consigliata una seduta di mantenimento al mese.

Risultati

I risultati variano molto in base alla persona, all’estensione della zona e al tipo di inestetismo che si vuole combattere. Risultati clinici riportano un aumento del 14% della produzione di collagene naturale, del 48% della produzione di elastina e del 38% per quanto riguarda la circolazione sanguigna in un periodo di 20 giorni. Si avverte immediatamente una maggiore compattezza e tonicità della cute, ma gli effetti aumenteranno gradualmente. Se eseguito correttamente ed osservando alcuni accorgimenti di cura della pelle, che saranno consigliati dal proprio medico, i risultati possono durare anche per anni.

Costi

Una seduta costa circa 150€.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Subito dopo il trattamento la pelle può risultare leggermente arrossata come conseguenza dello sfregamento delle sonde sulla cute, ma è un effetto temporaneo e scompare rapidamente. Il lifting a microcorrenti è controindicato in gravidanza e allattamento, in caso di epilessia, melanoma, vene varicose e flebiti o per pazienti ipertesi o portatori di pace maker. Inoltre è opportuno che vengano prese precauzioni in caso di diabete, acne, rosacea, emicrania, innesti metallici, infarto o paralisi di Bell.

 

 

Immagini:

Fig.1:  https://youtu.be/KviKl-8GVLU

Fig.2-3: https://youtu.be/rrVhLbAdhK4

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.