Mesoterapia estetica – iniezioni di bellezza

Mesoterapia estetica

Sostanze lipolitiche e omeopatiche contro la cellulite

Il termine mesoterapia si riferisce ad una tecnica sviluppata dal medico francese Michel Pistor a metà del Novecento.Consiste nel somministrare piccole dosi di farmaco per mezzo di iniezioni, invece che per via orale o sistemica. Questo consente un’azione più mirata del prodotto che rimane localizzato nell’area da trattare. In questo modo la reazione sarà più rapida e si ridurranno anche gli effetti collaterali. È impiegata in particolare nella terapia del dolore, in traumatologia, dermatologia, per le patologie vascolari e in medicina estetica.

Applicazioni

mesoterapia estetica
Fig.1

La mesoterapia in Italia trova molti meno ambiti di utilizzo che nel resto d’Europa o nel mondo:

  • Cefalee, nevralgie, cervicalgie;
  • Osteopatie e artropatie;
  • Tendiniti, distorsioni, contusioni;
  • Riabilitazione motoria;
  • Insufficienza venosa e linfatica degli arti inferiori;
  • Acne, cicatrici acneiche e non;
  • Ringiovanimento cutaneo;
  • Cellulite e adiposità distrettuali;
  • Caduta dei capelli.

In base a queste applicazioni possiamo distinguere: una mesoterapia antalgica, usata per ridurre il dolore in pazienti affetti da diverse patologie; una mesoterapia lipolitica, che si occupa di drenare i liquidi in eccesso; e la mesoterapia rivitalizzante, che stimola la produzione di collagene ed elastina nel derma. Sempre più diffuso inoltre è l’impiego della mesoterapia omeopatica, per quanto i pareri a proposito siano ancora molto discordanti.

Farmaci impiegati

mesoterapia estetica
Fig.2

Tra i farmaci e le sostanze utilizzate per la mesoterapia troviamo:

  • Antidolorifici
  • Anestetici
  • Antiinfiammatori
  • Antiedemigeni
  • Protettivi dei capillari
  • Revitalizzanti cutanei
  • Lipolitici

Come si può notare non si tratta solo di farmaci allopatici (ufficiali) ma anche di vitamine, sali minerali, prodotti fitoterapici o omeopatici, e così via. La caratteristica fondamentale di questi composti è la loro idrosolubilità. I cocktail impiegati per la mesoterapia infatti vengono diluiti in soluzione fisiologica prima di essere iniettati. È altresì importante che le sostanze siano compatibili tra loro e che siano ben tollerate dal paziente.

Benefici

  • La mesoterapia agisce in modo localizzato, evitando di intaccare i tessuti circostanti;
  • Dal momento che il farmaco penetra subito, l’effetto è più rapido e più duraturo;
  • Con questa tecnica si evitano gli effetti collaterali che potrebbero insorgere dall’assunzione dei farmaci per via generale;
  • È di norma una terapia indolore poiché al farmaco diluito è miscelata anche una dose di anestetico;
  • Il farmaco è somministrato in piccole dosi così da diminuire la quantità di sostanze medicali assunte dal paziente.

Trattamento

mesoterapia estetica
Fig.3

La mesoterapia deve essere effettuata da medici esperti poiché una miscelazione o un’iniezione sbagliata, possono causare problematiche anche gravi. È opportuno che il paziente sia sottoposto ad una diagnosi che metta in luce eventuali allergie.

L’iniezione viene eseguita con aghi molto sottili, tra i 4 e i 12 mm. Questi possono essere utilizzati da soli o tramite multi-iniettori contenenti fino a 18 aghi. In questo caso si riducono sia le tempistiche sia l’eventuale fastidio causato dagli aghi. Al termine del trattamento, possono comparire dei pomfi che tendono a riassorbirsi da soli nel giro di poche ore. Al termine della seduta il paziente può tornare subito alle proprie attività.

Una seduta, a seconda della zona da trattare, può durare dai 2 ai 10 minuti e, sempre in base alla patologia, può essere necessario ripeterla a cadenza settimanale per 2-3 mesi (8-10 sedute). È inoltre consigliabile eseguire una seduta di mantenimento al mese per rendere più stabili i risultati.

La mesoterapia può essere praticata in contemporanea ad altri trattamenti, come filler, laser, liposuzione e così via.

Costi

Generalmente il costo di ciascuna seduta è compreso tra 40 e 100 euro.

Contrindicazioni ed effetti collaterali

Come già accennato, questa terapia presenta pochi effetti collaterali; i multi-iniettori ad esempio possono provocare ecchimosi ed ematomi. Inoltre, una concentrazione eccessiva di farmaco potrebbe causare dolore durante l’iniezione, così come un’infiltrazione effettuata nella zona sbagliata. Se la terapia non viene eseguita da personale esperto, si potrebbe incorrere anche in cicatrici ipopigmentate, o più raramente, iperpigmentate, che in ogni caso dovrebbero sparire entro qualche settimana.

Le controindicazioni assolute riguardano: leucemia, diabete, HIV/Aids, problemi cardiaci, chemioterapia o radioterapia, anche se effettuate in passato. È inoltre controindicata in gravidanza e allattamento.

 

Immagini:

Fig.1: https://youtu.be/3rMrpA2FJcw

Fig.3-4: https://youtu.be/6q_7Nzm9GH8