DermaSculpt ®: cannule a punta smussata

DermaSculpt

Ecco perchè preferire la cannula all’ago nell’impiego dei filler

Il brand DermaSculpt mette a disposizione cannule con 5 differenti dimensioni. Ciascuna è caratterizzata da grande flessibilità, punta arrotondata e cieca, nonché dalla garanzia di una totale a-traumaticità.

Ago o Cannula?

DermaSculptIn linea generale, dobbiamo dire che se si desidera ridurre il dolore e prevenire alla radice ogni possibile trauma, si

dovrebbe sempre optare per la cannula con punta smussata.

La cannula consente infatti di ridurre sensibilmente la possibilità d’ecchimosi, perciò di ledere i vasi sanguigni.

DermaSculpt
ago

Giocoforza, il downtime (il tempo di recupero) diminuisce.

Ma riassumiamone schematicamente i vantaggi:

  •  maggiore sicurezza dovuta alla flessibilità del materiale
  • dolore e rossore dimezzati per l’assenza di un apice appuntito.

Sicché, l’enigma è presto risolto, fra cannula ed ago, è la prima ad uscirne “vincitrice”.

DermaSculpt
cannula

Il prodotto DermaSculpt

È sufficiente mettere a confronto l’aspetto manifesto dell’ago con la foggia della cannula per intendere sin da subito come il primo inoculi nel derma il materiale forando l’epidermide, ma una volta penetrato rischi altresì di forare involontariamente i vasi sanguigni.

Al contrario, la cannula, penetrando nella cute previa incisione, non dà origine ai medesimi effetti collaterali. Essa è flessibile e pertanto grazie alla punta smussata e cieca semplicemente scivola fra i vasi, senza ferirli. Il materiale viene a quel punto rilasciato attraverso una micro-apertura collocata indicativamente nel terzo superiore dell’ausilio medesimo.

Tipologie

La tipologia da 30 Gauge e con lunghezza pari a 25 mm trova impiego per l’inoculo superficiale di acidi ialuronici a bassa concentrazione e viscosità, mentre parimenti la fattispecie da 27G (pari a 38 o 50 mm di lunghezza) per gli HA di media concentrazione. Per tutte le altre tipologie di filler e di acidi ialuronici che richiedano un impianto a profondità maggiori abbiamo poi la tipologia di cannula da 25G, quella da 22G (50 mm) Dermasculpte infine da 18G (70 mm),il cui scopo è aumentare sensibilmente il volume delle regioni trattate e garantire grandi proiezioni ai tessuti.

Le aree del volto e la tecnica

Le cannule DermaSculpt si prestano molto bene all’impiego sui tre terzi del viso, spaziando dall’area temporale a quella perioculare, malare e zigomatica, intercettando poi le rughe della marionetta, i solchi naso genieni e l’area perilabiale. Il tutto, trattabile con la tecnica a raggiera. Da un unico punto d’entrata, la cannula viene fatta scivolare avanti e indietro depositando il materiale riempitivo.

 

 

Immagini:

Fig.1-2-3-4: https://youtu.be/-vse29sTnSE

 

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.