Fili in polidiossanone (PDO) Bio-Meyisun®

PDO

Per risollevare i tessuti e ringiovanire la pelle

I fili in PDO vengono impiegati per il “soft lifting”, una metodica anti-aging che non necessita di bisturi. In particolare risultano efficaci nel contrastare il rilassamento cutaneo.

Soft, pertanto, allude alla minima invasività e alla sicurezza di una pratica che di fatto non richiede anestesia né lascia esiti cicatriziali. I fili in PDO garantiscono inoltre la piena reversibilità dei risultati, nel totale rispetto delle proiezioni naturali e della mimica facciale

I fili in PDO

PDO
Fig.1: Confezione

Nel soft lifting effettuato con i fili riassorbibili, non ci si limita a operare una mera messa in tensione meccanica dei tessuti. Al contrario, si procede stimolando i fibroblasti a produrre nuovo collagene.

Ad oggi, quanto a fili di sospensione, esistono due principali materiali in uso, entrambi pienamente biocompatibili e riassorbibili: l’acido polilattico ed il PDO, o polidiossanone. Per quanto concerne quest’ultimo in particolare, e muovendoci fra i possibili brand in commercio, tratteremo oggi la linea Bio-Meyisun®.

Il prodotto Bio-Meyisun®

I fili Bio-Meyisun sono prodotti dalla Sud Coreana 21 Century Medical Co. e certificati CE.

Vengono inseriti con un ago sottile e disposti con tecnica a raggiera, dunque parallelamente, oppure a reticolo. In questo modo saranno nelle condizioni non soltanto di veicolare un buon effetto liftante ma soprattutto di biostimolare le cellule del tessuto connettivo. In capo a breve tempo, verrà sintetizzato il nuovo collagene ed entro le prime 2-3 settimane sarà apprezzabile un miglioramento della testura e dell’elasticità cutanea.

Tipologie

PDO
Fig.2: Linea Mono

La linea Bio-Meyisun® vanta tre possibili trattamenti: Mono, Twin Twist e Double Screw. Ma esiste anche una quarta tipologia di prodotto, nota come Cog Rose indicata per i cedimenti marcati. Vediamole allora più nel dettaglio:

  • Single Mono: ideale sia per il viso sia per il corpo. Si avvale di un mono-filamento liscio di lunghezza variabile. Le indicazioni terapeutiche comprendono le rughe frontali e perioculari, nonché le pieghe naso-geniene. È adatto altresì a mento, angolo mandibolaresottomento. Per quanto riguarda il corpo, invece, il Mono è utilizzato nella zona addominale e nei cedimenti delle braccia.
  • Twin Twist: filamento dentellato in maniera unidirezionale. Di norma viene impiegato per rughe moderate e più profonde presenti comunque nelle zone del volto, incluse le perilabiali. Twin Twist consente anche una ridefinizione totale dei terzi del viso
  • Double Screw: la conformazione del filo si presenta “a vite”, spiraleggiante attorno all’ago. Tale specifica strutturazione fornirà ai tessuti un grado di sostegno più intenso nei casi di ptosi rilevante.

Altre Tipologie

  • Cog Rose: giungiamo infine ad un prodotto efficace per i cedimenti più marcati grazie alla sua struttura microdentellata. Il monofilamento viene impiegato per il lifting di collo, seno, glutei, nonché braccia, cosce e nel rimodellamento complessivo dei profili del volto. Gli esperti del settore affermano che sono sufficienti pochi fili per un risultato apprezzabile.

I costi dei fili in PDO

Di norma il costo medio oscilla fra i 200 ed i 300 euro. Tuttavia, è impossibile definire una cifra esatta senza considerare il caso specifico.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Posto che le controindicazioni assolute contemplano un grado eccessivo di rilassamento cutaneo, con un eccesso di adipe localizzato, comprendono anche patologie della coagulazione, malattie autoimmuni, dermatologiche o herpes all’attivo.

Non sono invece noti effetti collaterali di rilievo. Infatti, il rossore ed il lieve ematoma che si presentano a margine della seduta sono entrambi sintomi transitori e dal carattere alquanto limitato.