Lenti Intraoculari o ICL: lenti a contatto permanenti

lenti intraoculari

Liberi da occhiali e lenti a contatto una volta per tutte

Le problematiche legate alla vista sono davvero molte e condizionano la vita di chi ne è affetto in modo costante. Tra i problemi più comuni c’è sicuramente la miopia, un’anomalia refrattiva che colpisce l’occhio impedendogli di mettere a fuoco.

Una possibile soluzione è rappresentata dal già noto laser ad eccimeri. Tuttavia tale terapia viene impiegata solo nei casi di miopia lieve, in quanto la capacità di recupero si limita a 5/6 decimi. Fortunatamente oggi è possibile optare per una soluzione definitiva al problema, per tutti i livelli di miopia: le ICL (Implantable Contacts Lenses), ovvero le lenti intraoculari.

Descrizione

Si tratta di minuscoli impianti, simili alle classiche lenti a contatto che, posizionati tra la cornea e l’iride, o direttamente dietro quest’ultima, permettono di correggere il problema. A differenza del laser ad eccimeri, questo tipo di lenti non apporta alcuna modifica al bulbo oculare e agli elementi che lo costituiscono. Semplicemente si va ad aggiungere all’interno ciò che di solito viene posto esternamente.

Nonostante la tecnica sia simile a quella applicata nei casi di cataratta, non vi è alcuna sostituzione di lente, ma la sola contrapposizione di una ICL correttiva per una specifica problematica. Per questa ragione, è possibile applicare la tecnica a qualsiasi paziente, compreso chi abbia già tentato altre terapie.

lenti intraoculari

Tipologie di lenti intraoculari

Vi sono due tipologie di lenti intraoculari:

  • Verisyse: marcate Artisan e costituite da un particolare tipo di materiale plastico (PMMA); sono destinate ai casi medio gravi di miopia.
  • Visian: marcate Staar e composte da un materiale biocompatibile, formato in parte da collagene; sono adattabili sia ai casi di miopia medio bassa sia a quelli più gravi. Inoltre, la loro morbidezza consente di inserirle con un’unica minuscola incisione.

Applicazione

Nonostante la differenza tra le due tipologie di lente comporti anche una diversità tecnica di inserimento, la fase di preparazione è la stessa.

Innanzitutto è necessaria un’accurata visita medica, durante la quale lo specialista valuterà se intervenire con le ICL o con il laser. Una volta optato per le lenti intraoculari, si viene sottoposti ad una seduta laser per effettuare la micro incisione.

Si prepara quindi l’occhio con un collirio anestetizzante ed uno astringente della pupilla. Le palpebre verranno bloccate mediante un divaricatore e solo allora comincerà l’operazione vera e propria. Nel caso si utilizzino le lenti Verisyse, la cornea verrà incisa per permettere alla lente di passare. Nel caso di Visian, invece, verrà effettuata una micro incisione dalla quale si farà penetrare la ICL piegata. Una volta inserita, essa andrà ad aderire completamente alla lente naturale dell’occhio.

L’intero procedimento ha una durata di soli 5-10 minuti. Nell’immediato post intervento si dovrà mantenere sull’occhio una benda di cotone, che potrà essere rimossa il giorno seguente, dopo la visita di controllo. La cicatrizzazione delle ferite avviene per mezzo di un collirio cicatrizzante.

Ripresa

Data la mini invasività dell’operazione, la ripresa sarà molto veloce (circa 3 giorni). I miglioramenti quindi saranno visibili fin da subito, non appena sarà passato l’iniziale appannamento causato dal trauma che l’occhio ha subìto. Fondamentale per ottenere il massimo risultato è seguire rigorosamente i consigli forniti dal medico: non toccare l’occhio operato per nessuna ragione, non truccarsi, non dormire dal lato in cui è avvenuto l’intervento, non bagnare l’occhio e non esporlo a vento e polvere.

Effetti collaterali

lenti intraoculari

È possibile avvertire un lieve bruciore il giorno seguente l’intervento, ed in rari casi può essere necessario rimuovere la lente a causa di un aumento eccessivo della pressione dell’occhio. Oltre a ciò, si devono tenere in conto i normali rischi legati ad un’operazione, quali infezioni ed infiammazioni; nel peggiore dei casi è possibile che si verifichi un distacco della retina ed una sensibile riduzione della vista. Ciò nonostante, la probabilità di successo con recupero totale della vista è più elevata rispetto a quella di complicazioni.

Costo

Nonostante la velocità e la semplicità dell’intervento, i costi sono piuttosto alti in quanto la lente utilizzata è di per sè molto costosa e la qualità del lavoro dev’essere assolutamente perfetta. I costi pertanto vanno da 2.500 euro a 10.000 euro, con una media più diffusa di 6.000 euro.