Liposuzione Ultrasonica Assistita (UAL)

Liposuzione ultrasonica assistita

Gli ultrasuoni al servizio della liposuzione

Sono diversi anni ormai che gli ultrasuoni vengono utilizzati in medicina estetica. Si sono fatti notevoli passi avanti e le tecniche sono state affinate e rese particolarmente efficaci. Ma tutto è nato da qui, dalla Liposuzione Ultrasonica Assistita (UAL), una metodica che impiega le proprietà degli ultrasuoni per liquefare le cellule adipose dall’interno e quindi aspirarle. Una variante della liposuzione tradizionale, quindi, sulle cui qualità però non tutti concordano.

Funzioni

La liposuzione ultrasonica assistita sfrutta le proprietà degli ultrasuoni di generare impulsi vibratori e calore che vanno a rompere le cellule adipose facendone fuoriuscire il liquido che può essere quindi facilmente aspirato o eliminato naturalmente dall’organismo. I dispositivi utilizzano un generatore di ultrasuoni collegato ad una speciale sonda metallica, lunga ma molto sottile, che viene inserita sottocute e funge contemporaneamente da diffusore di energia e cannula aspiratrice.

Vantaggi

Liposuzione ultrasonica assistita
Fig.1

La metodica fu inizialmente sviluppata in Europa per sopperire ad alcune mancanze della liposuzione tradizionale, che negli anni ’90 aveva ormai raggiunto un protocollo chiaro e sofisticato. In particolare si sperava che gli ultrasuoni fossero in grado di ottenere i seguenti risultati:

  1. Aumentare la contrazione cutanea;
  2. Permettere una rimozione del grasso più aggressiva;
  3. Preservare in modo ottimale i nervi e le loro funzioni;
  4. Consentire il trattamento di aree fibrose;
  5. Diminuire il carico lavorativo del chirurgo.

Di fatto, i reali progressi possibili con la UAL riguardano le aree ricche di tessuti fibrosi, soprattutto quelle più difficili da trattare con la lipoaspirazione, e la minore fatica per il chirurgo. Le zone in cui la liposuzione ultrasonica assistita si è rivelata maggiormente efficace sono il petto maschile in caso di ginecomastia, la schiena e l’area dell’epigastrio, perché costituite da grasso denso e fibroso.

La tecnica risulta particolarmente utile, inoltre, nel caso in cui si debbano rimuovere grandi quantità di grasso da aree quali la schiena, l’addome e l’esterno coscia. Infatti la perdita di sangue è decisamente limitata, così come l’incidenza di ematomi e di conseguenza il periodo di recupero post-operatorio.

Può essere svolta in combinazione con interventi di addominoplastica o lifting di cosce e braccia.

Svantaggi

Dopo un iniziale periodo di entusiasmo, in cui si credeva che la UAL costituisse davvero la metodica definitiva per eliminare il grasso in eccesso, la tecnica venne sempre più spesso respinta dai chirurghi estetici per l’alta incidenza di complicanze post-intervento. In particolare si segnalavano casi di necrosi dei tessuti in seguito alle bruciature interne causate dalle cannule ad ultrasuoni. I rischi riguardano anche coaguli di sangue, danneggiamento del sistema nervoso periferico e sieroma, cavità sottocutanea che si riempie di siero (un fluido color giallo chiaro) e può permanere per settimane o mesi. A causa di ciò la FDA non ha mai approvato i dispositivi per la liposuzione ultrasonica assistita e la fabbrica che ne commercializzava il maggior numero in America è fallita. Esistono tuttavia numerosi chirurghi che praticano ancora questa metodica, ma è di fondamentale importanza informarsi bene prima di procedere.

Liposuzione ultrasonica assistita
Fig.2: Sonda ad ultrasuoni

In particolare esistono delle evoluzioni della metodica che si rivelano meno invasive (XUAL) o più efficaci (VASER).

Intervento

Il primo passo è costituito da una visita di controllo per valutare lo stato di salute generale del paziente e l’area da sottoporre al trattamento. L’intervento viene generalmente svolto in anestesia generale o sedazione profonda. In alcuni casi l’area viene infiltrata con un liquido tumescente (soluzione salina, anestetico locale e epinefrina) che rende più facile l’aspirazione del grasso. In seguito vengono effettuate delle piccole incisioni per lasciare passare la cannula che produce gli ultrasuoni. È di fondamentale importanza che essa sia inserita parallelamente alla superficie cutanea così da evitare ustioni. La cannula, una volta liquefatto il grasso, lo aspira, eliminandolo completamente.

La durata del trattamento dipende dall’estensione dell’area da trattare e dalla quantità di adipe da rimuovere. Generalmente viene applicato un bendaggio contenitivo da mantenere per 3 settimane che limita ulteriormente la formazione di lividi ed ematomi. In seguito all’operazione può essere presente della dolorabilità della zona trattata che è possibile gestire con comuni antidolorifici. Si consigliano 4-5 giorni di assoluto riposo prima di riprendere le normali attività. Gli sforzi vanno tuttavia evitati per almeno un mese.

Risultati

Liposuzione ultrasonica assistita
Fig.3: Prima e dopo

I primi risultati saranno visibili dopo circa 4 mesi ma continueranno progressivamente a migliorare per 1 anno circa. Gli effetti sono tendenzialmente duraturi, poiché le cellule adipose eliminate non potranno più riformarsi. È bene però tenere presente che quelle ancora presenti potrebbero incrementare il loro volume in caso di importanti aumenti di peso. Pertanto, si consiglia uno stile di vita sano ed un’alimentazione controllata.

Costi

Il costo dell’intervento si aggira sui 2.000-3.000 euro.

Controindicazioni

Il trattamento è controindicato in caso di gravi problematiche metaboliche, disturbi della coagulazione, malattie autoimmuni, patologie cardiache o epatiche. La tecnica è inoltre sconsigliata su zone delicate quali viso, collo, ginocchia e interno coscia.

Fonti:

Aesthetic Surgery Journal

PubMed.gov

Immagini:

Fig.1-2: https://youtu.be/_be_hy2aNxs

Fig.3: https://youtu.be/K5BNU8PdK88

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.