S-Lift, il lifting della parte inferiore del volto

S-Lift

Minore invasività rispetto all’intervento tradizionale

S-Lift è un cosiddetto mini-lifting che mira a rimodellare la parte inferiore del viso e la linea della mascella. Prende il nome dalla piccola incisione a forma di S che viene praticata davanti all’orecchio e che consente di sollevare la pelle e, in misura minore, anche il muscolo. È considerato un trattamento mini-invasivo poiché l’incisione effettuata è più piccola rispetto a quella del lifting tradizionale e così anche la quantità di pelle che viene separata dai tessuti. Di conseguenza l’intervento è più rapido, richiede meno tempo di recupero e prevede molti meno rischi.

Applicazioni di S-Lift

S-lift è adatto a pazienti tra i 40 e i 55 anni che abbiano delle lievi lassità nella parte inferiore del viso, ma una cute ancora elastica. È indicato per:

  • Cedimento della mascella;
  • Mancanza di definizione della linea mandibolare;
  • Rughe della marionetta.

Vantaggi

s-lift
Fig.1: Incisione a forma di S
  • Non richiede degenza né ricovero;
  • Non prevede anestesia generale;
  • L’incisione è molto piccola;
  • Poca pelle viene dissezionata;
  • Il periodo di recupero è breve;
  • Consente risultati naturali;
  • Costa meno di un lifting tradizionale.

Svantaggi

  • Dura meno di un lifting tradizionale;
  • Solleva la pelle ma non il muscolo;
  • Non ha effetto su lassità consistenti;
  • Non ha effetto sulla parte inferiore del collo o sulle bande platismali.

Intervento

Come per ogni intervento, anche se solo minimamente invasivo, è necessario eseguire un’accurata anamnesi del paziente per verificare che sia in buona salute. L’intervento di S-lift avviene in day hospital sotto anestesia locale abbinata a leggera sedazione. Il chirurgo effettua una piccola incisione che parte dal cuoio cappelluto dell’area temporale e scende davanti all’orecchio. A questo punto la cute viene scollata e si procede con il lifting vero e proprio. Il muscolo viene leggermente alzato e suturato sottocute. La pelle viene sollevata in direzione dell’incisione, l’eccesso viene rimosso e si procede quindi con la sutura esterna. La cicatrice risulterà minima e nascosta nella piega cutanea dell’orecchio. L’intervento dura circa 1 ora e richiede 7 giorni di recupero (per alcuni pazienti anche meno). Al termine viene applicato un bendaggio da tenere per 4-5 giorni ed è preferibile non praticare attività sportiva intensa per 2-3 settimane.

Risultati

I risultati sono visibili in un paio di settimane e, come già accennato, saranno naturali ma non particolarmente duraturi. Questo perché la pelle invecchiando ricomincerà a cedere.

s-lift
Fig.2: Prima e dopo

Costi

Il costo oscilla tra 1.500€ e 3.000€.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Lividi e gonfiore saranno presenti per i primi 2-3 giorni. Possibili complicanze riguardano allergie all’anestetico, asimmetria facciale, infezione, lesione al nervo facciale.

 

 

Immagini:

Fig.1: https://youtu.be/18oute6quhE (2:00)

Fig.2: https://youtu.be/zK0VKHMhADk (0:58)