S-Lift, il lifting della parte inferiore del volto

S-Lift

Minore invasività rispetto all’intervento tradizionale

S-Lift è un cosiddetto mini-lifting che mira a rimodellare la parte inferiore del viso e la linea della mascella. Prende il nome dalla piccola incisione a forma di S che viene praticata davanti all’orecchio e che consente di sollevare la pelle e, in misura minore, anche il muscolo. È considerato un trattamento mini-invasivo poiché l’incisione effettuata è più piccola rispetto a quella del lifting tradizionale e così anche la quantità di pelle che viene separata dai tessuti. Di conseguenza l’intervento è più rapido, richiede meno tempo di recupero e prevede molti meno rischi.

Applicazioni di S-Lift

S-lift è adatto a pazienti tra i 40 e i 55 anni che abbiano delle lievi lassità nella parte inferiore del viso, ma una cute ancora elastica. È indicato per:

  • Cedimento della mascella;
  • Mancanza di definizione della linea mandibolare;
  • Rughe della marionetta.

Vantaggi

s-lift
Fig.1: Incisione a forma di S
  • Non richiede degenza né ricovero;
  • Non prevede anestesia generale;
  • L’incisione è molto piccola;
  • Poca pelle viene dissezionata;
  • Il periodo di recupero è breve;
  • Consente risultati naturali;
  • Costa meno di un lifting tradizionale.

Svantaggi

  • Dura meno di un lifting tradizionale;
  • Solleva la pelle ma non il muscolo;
  • Non ha effetto su lassità consistenti;
  • Non ha effetto sulla parte inferiore del collo o sulle bande platismali.

Intervento

Come per ogni intervento, anche se solo minimamente invasivo, è necessario eseguire un’accurata anamnesi del paziente per verificare che sia in buona salute. L’intervento di S-lift avviene in day hospital sotto anestesia locale abbinata a leggera sedazione. Il chirurgo effettua una piccola incisione che parte dal cuoio cappelluto dell’area temporale e scende davanti all’orecchio. A questo punto la cute viene scollata e si procede con il lifting vero e proprio. Il muscolo viene leggermente alzato e suturato sottocute. La pelle viene sollevata in direzione dell’incisione, l’eccesso viene rimosso e si procede quindi con la sutura esterna. La cicatrice risulterà minima e nascosta nella piega cutanea dell’orecchio. L’intervento dura circa 1 ora e richiede 7 giorni di recupero (per alcuni pazienti anche meno). Al termine viene applicato un bendaggio da tenere per 4-5 giorni ed è preferibile non praticare attività sportiva intensa per 2-3 settimane.

Risultati

I risultati sono visibili in un paio di settimane e, come già accennato, saranno naturali ma non particolarmente duraturi. Questo perché la pelle invecchiando ricomincerà a cedere.

s-lift
Fig.2: Prima e dopo

Costi

Il costo oscilla tra 1.500€ e 3.000€.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Lividi e gonfiore saranno presenti per i primi 2-3 giorni. Possibili complicanze riguardano allergie all’anestetico, asimmetria facciale, infezione, lesione al nervo facciale.

 

 

Immagini:

Fig.1: https://youtu.be/18oute6quhE (2:00)

Fig.2: https://youtu.be/zK0VKHMhADk (0:58)

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.