Lifting viso MADE: raccoglie il meglio delle altre tecniche

lifting viso made

Il Lifting verticale di viso e collo

I lifting moderni tendono sempre più spesso ad accorciare le incisioni e a limitare la dissezione di cute e tessuti. In questo modo è possibile diminuire il periodo di recupero e le possibili complicanze. Il lifting viso MADE è stato sviluppato proprio per unire i vantaggi delle altre metodiche. Esso presenta infatti la cosiddetta “cicatrice corta” degli interventi meno invasivi; è altresì adatto al sollevamento dei tessuti della parte mediana di viso e collo, per i quali spesso non si ottengono risultati soddisfacenti.

Funzioni

MADE è un acronimo per Minimal Access Deep-plane Extended. La metodica è stata ideata dal chirurgo newyorkese Andrew A. Jacono, tra il 2008 e il 2011. Si tratta di una tecnica che combina il lifting Deep Plane con la cicatrice corta del MACS Lift.

La dissezione con metodo Deep Plane viene applicata all’area zigomatica, liberandola dai legamenti e consentendo di riposizionare il grasso della zona centrale del viso e delle guance. Essa viene estesa anche al platisma per permettere un sollevamento verticale del collo senza dover effettuare una seconda incisione. La dissezione avviene sotto il muscolo, dove non ci sono vasi sanguigni e pertanto si riducono edemi ed ematomi post-intervento. I tessuti inoltre vengono riposizionati e non tirati per poi tagliarne l’eccesso. In questo modo si mantengono i naturali volumi del viso e si evita l’effetto manichino.lifting viso made

Studi clinici hanno dimostrato che il lifting viso MADE fornisce risultati duraturi e naturali, spesso superiori a quelli delle altre tecniche per quanto riguarda l’area centrale del volto e il collo.

Applicazioni

Il paziente ideale per il lifting viso MADE è tra i 40 e i 60 anni, presenta pelle in eccesso e un significativo cedimento tissutale in corrispondenza dell’area mandibolare e del collo. Un modo per capire se questa è la metodica giusta per il proprio problema è quella di mettere tre dita nel punto di incontro tra lo zigomo e l’angolo esterno dell’occhio e sollevare la pelle in senso verticale. Se così facendo si nota una differenza anche per quanto riguarda la cute del collo e della linea della mandibola, allora il lifting viso MADE potrebbe essere la scelta più appropriata. È bene tenere in considerazione comunque che questo trucco non replica l’effetto che il lifting avrà sul viso ma individua soltanto se il cedimento riguarda le zone raggiungibili con la tecnica MADE.

Il lifting viso MADE può essere combinato con il laser resurfacing, il lipofilling autologo o l’aumento di volume delle labbra.

Intervento

La visita pre-operatoria è sempre fondamentale prima di un intervento chirurgico. Andranno valutati lo stato di salute generale del paziente, la qualità della cute e le eventuali problematiche relative all’anestesia. L’intervento può essere eseguito in anestesia locale con sedazione così da evitare i rischi legati a quella generale. I tempi di recupero sono dimezzati rispetto alle tradizionali tecniche di lifting facciale.

 

Fonti:

http://www.pubfacts.com/detail/22065880/The-minimal-access-deep-plane-extended-vertical-facelift

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.