Gastroplastica verticale: tecniche e accorgimenti

Gastroplastica

La tecnica chirurgica che induce un precoce senso di sazietà

L’intervento noto come gastroplastica verticale si inscrive all’interno della chirurgia bariatrica deputata alla risoluzione delle problematiche connesse all’obesità. La VBG (Vertical Banded Gastroplasty) agisce sullo stomaco riducendone i volumi sia con punti metallici che mediante l’allocazione di un anello in materiale sintetico.

In breve

La procedura è tesa a restituire una tasca ridotta a livello dello stomaco, affinché il cibo transiti più lentamente ed in minore quantità, circa 30 grammi per volta. In questo modo il paziente dovrà necessariamente mutare le proprie abitudini alimentari.

La gastroplastica verticale non interferisce con i naturali processi digestivi ma non può comunque dirsi la soluzione definitiva. Il candidato dovrà lavorare sulle cause psicologiche che lo inducono ad approcciarsi ossessivamente al cibo.

L’intervento

Gastroplastica
Tecnica Mason

Nel dettaglio, l’atto di formazione della tasca segue due tecniche in alternativa fra loro.

  • La prima, secondo Mason, prevede un piccolo foro di circa 1 cm poco al disotto dell’esofago, dal quale si costruisce uno scomparto verticale mediante punti metallici. La geometria ottenuta viene definita neopiloro.
  • Al contrario, la tecnica secondo MacLean taglia e separa al contempo le porzioni verticali dello stomaco.

Viene quindi collocato un nastro di materiale sintetico (polipropilene) preposto rallentare il passaggio del cibo. Il paziente è obbligato a masticare più accuratamente, nonché a nutrirsi per piccoli bocconi sufficientemente dilazionati l’uno dall’altro.

 

A chi è rivolta la gastroplastica

Solitamente si preferisce la tecnica laparoscopica sia perché consente incisioni ridotte e un post-operatorio più breve. La VBG è consigliata ai pazienti obesi con età compresa fra i 18 ed i 50 anni, con un indice di massa corporea compreso fra i 35 ed i 50 kg/m e recanti una storia clinica contrassegnata da diete fallite

Risultati

A patto di rispettare fedelmente il protocollo dietetico, consente di ottenere una riduzione del peso corporeo pari a circa il 50-60% (dunque molto più del bendaggio gastrico).

Pre-operatorio

Gastroplastica
Tecnica MacLean

Gli esami di routine connessi al responso medico formulato in relazione alle condizioni d’obesità (non superiore a 50 kg/m), fungono da discrimina per l’idoneità del candidato.

All’immediato post-intervento è possibile riscontrare un soggettivo grado di dolore, comunque trattato con gli antidolorifici prescritti. In capo a 24 ore, eseguiti gli accertamenti, il paziente sarà libero di tornare a casa.

Post-operatorio

Durante le prime due settimane, l’apporto energetico si palesa in forma liquida. In seguito, vengono introdotti cibi con una consistenza molle ma più densa, dunque sotto forma di purea. Solo a partire dalla quinta settimana subentrano i cibi solidi, prestando molta attenzione alla dimensione dei bocconi.

Andranno inoltre limitate le fibre, dacché uno spazio gastrico limitato implica un’ottimizzazione di ciò che vi viene introdotto.

I costi

Il Servizio Sanitario Nazionale assorbe interamente i costi della gastroplastica qualora in presenza di obesità grave. Se il paziente sceglie invece di rivolgersi alla clinica in privato, i prezzi oscillano attorno agli 8.000-9.000 euro.

Rischi e complicanze

Fra i principali rischi connessi all’intervento si annoverano reflusso, infezioni e progressiva dilatazione della tasca gastrica con possibile cedimento delle strutture (specie per la metodologia Mason).

Fra gli effetti collaterali più noti figura invece il vomito. L’evento è dovuto sia ad un’alimentazione troppo abbondante, sia all’ingestione repentina di grandi bocconi.

Più rara la formazione di cicatrici ipertrofiche o erosioni a danni dello stomaco da parte dell’anello in materiale sintetico.

 

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.