Ricostruzione dei lobi auricolari con la chirurgia

ricostruzione dei lobi auricolari

Un piccolo dettaglio che può fare la differenza

Anche i lobi dell’orecchio contribuiscono all’estetica del viso. Lobi troppo larghi, o allungati, o rovinati da dilatatori e orecchini pesanti, possono costituire un punto di attenzione indesiderata. La buona notizia è che è possibile intervenire su questo inestetismo con un’operazione semplice, rapida e indolore che prevede la ricostruzione dei lobi auricolari secondo la forma originaria.

Funzioni

Il lobo auricolare è costituito principalmente da cute e grasso. Per questa ragione è più soggetto ad allungarsi o a strapparsi rispetto ad altre aree dell’orecchio che sono invece composte da cartilagine. Sono tante le ragioni per cui i lobi delle orecchie possono aver bisogno di un ritocco.

  • La più frequente riguarda un uso eccessivo di orecchini pesanti che ha portato il buco ad allungarsi (coloboma auris parziale).
  • È altresì comune la spaccatura in due del lobo (coloboma auris completo) perché l’orecchino si è incastrato o perché è stato tirato con forza, come accade spesso alle mamme con bambini piccoli.
  • Le motivazioni per intervenire sul lobo però possono anche essere di natura genetica. Vi sono infatti persone che nascono con un lobo molto grande e carnoso, sproporzionato rispetto al resto dell’orecchio.
  • Negli ultimi tempi comunque la ragione principale di chi si sottopone a questo tipo di intervento è l’uso in passato del famigerato “dilatatore”. Si tratta di un anello di vari materiali, colori e dimensioni che viene inserito nel buco di un piercing proprio per dilatarlo. Di uso comune in alcune tribù africane, da qualche anno è diventato di grande moda anche qui. Spesso però non si tiene conto del fatto che la pelle del lobo, una volta allargata, non tornerà più alla sua posizione originale. Ed ecco che entra in gioco la chirurgia plastica!
    ricostruzione dei lobi auricolari
    Fig.1: Uso del dilatatore in alcune tribù africane

Applicazioni

La ricostruzione dei lobi auricolari interviene in caso di:

  • Schisi parziale del lobo auricolare;
  • Schisi completa del lobo auricolare;
  • Lobo deformato o pendulo;
  • Lobo grande o sproporzionato;
  • Pelle in eccesso da lobo dilatato.

Intervento

ricostruzione dei lobi auricolari
Fig.2: Ricostruzione dei lobi auricolari

L’intervento di ricostruzione dei lobi auricolari viene eseguito in day hospital sotto anestesia locale. Il chirurgo realizza un disegno preparatorio evidenziando le aree che dovranno essere ricongiunte. Viene poi applicato un anestetico locale e si procede con l’eliminazione della cute intorno alla fissurazione (buco o strappo), in modo che i lembi risultino il più possibile omogenei. Si procede quindi a suturare i margini con del filo sottile (anche riassorbibile) facendo attenzione a non alterarne la forma. In caso di foro particolarmente dilatato o di lobo eccessivamente ampio il chirurgo provvederà ad eliminare la cute in eccesso per mezzo di un bisturi, un elettrobisturi o con il laser. In alcuni casi il lobo verrà riparato lasciando intatto il foro per l’orecchino, più spesso invece si dovrà effettuare un altro foro, ma solo dopo almeno 30 giorni dall’operazione. Questa metodica è la più frequente in quanto non si rischia di traumatizzare ulteriormente la zona suturata.

L’operazione può durare dai 15 ai 60 minuti, a seconda che l’inestetismo sia unilaterale o su entrambi i lobi. Si può immediatamente tornare alle proprie attività, avendo cura di non bagnare l’area per alcuni giorni. Dopo 5-7 giorni si rimuovono i punti e dopo meno di 3 mesi il lobo risulta completamente guarito.

Risultati

Ricostruzione dei lobi auricolari
Fig.3: Prima e dopo l’intervento

I risultati di una ricostruzione dei lobi auricolari sono evidenti già dopo l’intervento ma si dovrà aspettare la guarigione della ferita per apprezzarne a pieno l’effetto. Il lobo comunque risulterà perfettamente ristabilito.

Costi

I costi dipendono fortemente dal tipo di inestetismo, se esso sia unilaterale o bilaterale e se preveda un recesso consistente di cute. I prezzi variano da 400€ a 1.500€.

Controindicazioni ed effetti collaterali

In seguito all’intervento di ricostruzione dei lobi auricolari può presentarsi un moderato dolore che è perfettamente gestibile con antidolorifici. Le possibili complicanze riguardano: cattiva cicatrizzazione, infezione o asimmetria dei lobi. L’intervento è controindicato in caso di problemi di coagulazione e diabete.

ricostruzione dei lobi auricolari
Fig.4: Asportazione del lobo dilatato

Immagini:

Fig.1: https://youtu.be/3klKfoi14p4 (0:39)(1:54)(5:10)(8:09)

Fig.2: https://youtu.be/294NFw2KO34 (0:29)

Fig.3: https://youtu.be/c_Nv7F2D4rI (0:26)

Fig.4: https://youtu.be/P1Q–GNhdhc (2:03)

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.