Otoplastica: la chirurgia dell’orecchio

otoplastica

La risposta alle malformazioni dell’antelice

L’ otoplastica è un intervento per orecchie a sventola o eventualmente asimmetriche mono o bilateralmente.

L’intervento

Un intervento, dunque, che mira a correggere un difetto estetico congenito e vissuto in maniera imbarazzante.

Fortunatamente è possibile intervenire molto precocemente nel disagio, parliamo già dai 5-6 anni; per questa ragione l’ otoplastica è spesso tesa a restituire serenità al bambino e, in prospettiva, scongiurare l’eventualità di un suo sviluppo emotivo-relazionale problematico.

Necessario o accessorio?

Bisogna allora capire fino a che punto l’intervento risponde al senso di colpa del genitore, sostengono molti chirurghi professionisti.

L’educazione a percepire il proprio valore al di là dell’aspetto è un passo fondamentale. Un tassello preliminare che nessun intervento potrà mai apportare al quadro d’insieme. Se il chirurgo ha perciò un ruolo importante, anche la famiglia ne ha uno altrettanto grande e insostituibile.

A dispetto di quanto siamo disposti ad ammettere, non tutte le grandi personalità vestono corpi perfetti. Non usiamo lo psicologismo come alibi per vendere l’accessorio a titolo di indispensabile.

La sedutaotoplastica

L’intervento di correzione è rivolto sia alla curvatura del padiglione auricolare (antelice) mancante o deficitaria, sia per ovviare in maniera monolaterale ad eventuali asimmetrie.

Il rimodellamento si esegue con blanda anestesia locale miscelata ad un vasocostrittore. Il tutto preceduto da anamnesi clinica, espletamento degli esami di routine pre-operatoria ed elettrocardiogramma. In sostanza, dopo essersi accertati che il paziente gode di uno stato generale di buona salute.

Dacché la struttura dell’orecchio può dirsi già formata completamente in età scolare, l’otoplastica ben si presta ad un intervento precoce (tra i 5 ed i 6 anni). Qualora invece il paziente sia adulto, è bene che sospenda l’utilizzo di farmaci anticoagulanti nei giorni antecedenti alla procedura chirurgica.

Come si procede

Il chirurgo procederà dapprima demarcando la porzione di cartilagine anteriore da ripiegare, e dunque la regione posteriore ove verrà praticata l’incisione.

Somministrata l’anestesia, il medico procederà al taglio posteriore e all’asportazione della losanga di cute prefissata. La cartilagine del distretto dovrà essere debitamente indebolita al fine di rendere quanto più modellabile e flessibile il padiglione.

Si procede poi con l’indebolire la cartilagine altresì in regione anteriore semplicemente praticando un piccolo foro sopra al lobo e scorrendo sottocute con un raschietto. A quel punto, operando sulla regione posteriore con pochi punti interni di sutura, l’orecchio sarà portato nella sua posizione anatomica corretta.

Durata e post-operatorio

L’intervento che dura in media 1 ora, se bilaterale, lascia una piccola cicatrice comunque non visibile.

Un bendaggio e una fasciatura di compressione elastica da indossare per 48 ore circa concluderà l’iter; per almeno il mese successivo all’ otoplastica viene consigliato di indossare una fascia notturna.

Dopo 3 giorni, per gli adulti è possibile tornare alla normale vita quotidiana.

Ai pazienti più piccoli si consigliano generalmente alcune settimane di riposo prima del rientro a scuola; questo per evitare che l’esito dell’operazione possa essere compromesso da giochi o attività motorie di sorta.

Costi dell’ otoplastica

Possiamo fissare il costo medio dell’otoplastica bilaterale attorno ai 3000 euro. Qualora l’anomalia interessi solamente un emiviso, parimenti anche la cifra si dimezza.  

Rischi e complicanze

 L’intervento chirurgico in esame si presenta come uno fra i più sicurinon altera né coinvolge in alcun modo l’apparato uditivo e di fatto è pressoché esente da complicanze. Per di più, anche qualora l’esito cicatriziale posteriore volgesse ad una lieve ipertrofia, sono da escludersi effetti antiestetici in quanto per l’appunto il taglio viene praticato in una regione nascosta.

Ecchimosi ed infezioni sono da ritenersi parimenti ipotesi alquanto remote.

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.