Imenoplastica tra ringiovanimento e tradizioni

imenoplastica

Chirurgia estetica dell’imene

L’imene è da sempre considerato il simbolo della verginità femminile perché viene tendenzialmente intaccato solo al primo rapporto sessuale. Molte donne ne desiderano la ricostruzione per ragioni che possono essere culturali, religiose, individuali, oppure per un desiderio in comune con il partner. L’imenoplastica è un intervento chirurgico che serve proprio per ripristinare l’integrità dell’imene nei casi in cui fosse lacerato.

Imene

imenoplastica
Fig.1

L’imene è una membrana sottile, più o meno elastica, collocata all’ingresso del canale vaginale per proteggere la vagina. Esso non chiude completamente l’accesso altrimenti non permetterebbe al sangue mestruale di fuoriuscire. È presente nella maggioranza delle donne ma vi sono anche casi in cui è assente o poco sviluppato. Raramente è possibile che l’imene ricopra completamente l’ingresso alla vagina (imene imperforato) ed è quindi necessario inciderlo (imenectomia) per consentire la liberazione del liquido mestruale.

False credenze

Solitamente la rottura dell’imene (o deflorazione) avviene in seguito a penetrazione durante il primo rapporto sessuale, ma questo non è sempre vero in quanto esistono condizioni diverse che possono provocarne la lacerazione: introduzione di corpi estranei, traumi accidentali, sforzi particolari (soprattutto relativi all’attività sportiva) o, raramente, inserimento di tamponi. È inoltre possibile che la membrana sia particolarmente elastica e rimanga quindi intatta anche in seguito al rapporto o che sia talmente sottile da rompersi senza rendersene conto. Alcune false credenze in proposito riportano che la rottura dell’imene sia particolarmente dolorosa e sanguinolenta. Il timore che questo accada può portare al cosiddetto fenomeno del “vaginismo”, una contrattura dei muscoli vaginali prima della penetrazione per paura del dolore che potrebbe derivarne. Questa condizione segnerà in modo traumatico il primo rapporto e potrà compromettere anche quelli futuri.

Forma

imenoplastica
Fig.2: Diversi tipi di imene

In seguito alla rottura dell’imene rimangono dei lobuli di pelle o caruncole imenali residue e può (ma non per forza) presentarsi del fastidio e del sanguinamento. Questo dipende molto dallo spessore della membrana e dalla sua forma:

  • A mezzaluna;
  • Anulare: un’apertura circolare centrale;
  • Sepimentato: contenente due aperture;
  • Cribriforme: dotato di tante piccole aperture;
  • Labiale o labiato: presenta una fenditura orizzontale o verticale.

Funzioni

L’intervento di imenoplastica consente di ripristinare la presenza dell’imene a partire dai lobuli di pelle rimasti. Non si tratta quindi di una vera e propria ricostruzione ma più di una “restaurazione” tramite suture dei lembi, che prevedrà dunque una riduzione delle dimensioni della membrana.

Le ragioni dietro alla volontà di reintegrare l’imene sono molteplici. In alcune culture la garanzia di verginità rappresentata da questa sottile membrana sembra prevederne necessariamente la rottura alla prima notte di nozze, con conseguente perdita ematica. Vale la pena tenere presente però che, così come non sempre la deflorazione prevede un sanguinamento, allo stesso modo non è detto che in seguito alla rottura dell’imene suturato vi sia un versamento di sangue. Se questo aspetto è davvero fondamentale, esistono in commercio dei piccoli dispositivi riempiti di sangue finto da inserire nella vagina e che si rompono con la penetrazione.

Tradizioni

Per alcune tradizioni l’integrità dell’imene è condizione fondamentale alla validità del matrimonio: celebre il caso francese in cui una donna aveva fatto credere al futuro marito di essere illibata, confessandogli la verità solo dopo il matrimonio. I giudici hanno dato ragione all’uomo in quanto vittima di un inganno. Curioso a questo proposito il fatto che Imene (o Imeneo) sia anche la figura mitologica greca che apre il corteo nuziale e si pone come protettore del matrimonio.

Per alcune donne l’imenoplastica costituisce invece un modo per ridurre l’ingresso della vagina, allargatosi ad esempio in seguito ad una gravidanza, e poter quindi recuperare la piena sensibilità alla penetrazione senza dover affrontare interventi troppo impegnativi. In questo caso viene spesso associata al lifting vulvare o al restringimento vaginale.

Molti sono invece i casi in cui l’imenoplastica è finalizzata a risolvere disagi di tipo psicologico: volontà di rivivere la prima volta, in modo più consapevole; desiderio di cancellare errori fatti nel passato; fantasia condivisa con il partner.

Intervento

L’intervento di imenoplastica viene eseguito in anestesia locale associata a sedazione. Non richiede ricovero né lunghi periodo di recupero. Trattandosi pur sempre di un’operazione chirurgica, è comunque importante sottoporsi ad una visita pre-operatoria per valutare il proprio stato di salute, eventuali allergie, ed informarsi sugli accorgimenti pre e post intervento. In particolare è necessario astenersi dal fumo per almeno 4 settimane ed evitare farmaci a base di acido acetilsalicilico (Aspirina, Vivin C) o anticoagulanti. Nel programmare l’intervento è bene cercare di evitare che esso coincida con le mestruazioni.

La procedura chirurgica in sé consiste nell’incisione dei margini dei lembi residui per poi ricucirli assieme generalmente con punti riassorbibili. Per ridurre l’emorragia conseguente all’intervento possono essere somministrati dei farmaci vasocostrittori. La durata dell’intervento è di 20-40 minuti e sono previsti 2-3 giorni al massimo di recupero. La zona può presentarsi gonfia per qualche giorno e può essere necessario l’uso di un assorbente esterno. Bisogna aspettare almeno un mese prima di praticare attività sportiva e riprendere i rapporti sessuali.

Costi

I costi dell’imenoplastica oscillano tra 1.500€ e 5.000€.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Le possibili complicazioni riguardano ematomi ed infezioni che possono essere risolti con comuni antibiotici. In rarissimi casi le suture non tengono e l’imene si riapre.

 

 

Immagini:

Fig.1: https://youtu.be/XZBVx6Ue_EQ (0:51)

Fig.2: https://youtu.be/Yx-LEPF2Ok4 (10:27)

 

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.