Addominoplastica circonferenziale: quando è indicata?

Addominoplastica circonferenziale

Eliminare i segni lasciati dall’obesità

L’addominoplastica circonferenziale è una variante della tradizionale addominoplasticaimpiegata su pazienti che hanno subito una drastica perdita di peso. In questi casi infatti si crea uno svuotamento della pelle resta flaccida e cadente, dando vita ad accumuli cutanei localizzati principalmente su addome, fianchi e schiena. Non si tratta esclusivamente di una problematica estetica, poiché la quantità di pelle in eccesso è pesante e limita alcuni movimenti che altrimenti risulterebbero semplici. Durante questo tipo di intervento, assieme al rimodellamento dell’addome si solleva anche l’area dei glutei che altrimenti risulterebbe cadente. Inoltre, contemporaneamente, è possibile intervenire sui seni, rimodellandoli mediante mastopessi, lipofilling o protesi (mastoplastica additiva).

Candidato ideale

Il candidato ad una addominoplastica circonferenziale deve rispondere a determinati requisiti:

  • aver raggiunto un peso stabile da almeno 6 mesi;
  • essere in buono stato di salute;
  • non deve bere né fumare;
  • aver perso un peso decisamente importante.

Chi ne è escluso

Alcune persone presentano problematiche che le rendono inadatte a questo tipo di intervento:

  • insufficienza venosa;
  • diabete;
  • immunodeficienza;
  • problemi di coagulazione;
  • linfedema degli arti inferiori;
  • malattie cardiopolmonari.

Preparazione

In preparazione all’intervento occorre osservare i seguenti accorgimenti:

  • non assumere aspirina o altre tipologie di farmaci anche se “naturali”;
  • prestare attenzione a non ammalarsi, avere mal di gola, tosse o raffreddore;
  • togliere make-up e smalto già il giorno precedente;
  • effettuare un bagno accurato in modo da ripulire a fondo la pelle;
  • sarà obbligatorio il digiuno dalla mezzanotte del giorno precedente.

Procedura

Prima di prendere in considerazione l’intervento è importante eseguire una visita preparatoria per verificare l’idoneità del paziente. L’operazione viene eseguita in anestesia locale associata a sedazione, dura circa 4-5 ore seguite da 1 o 2 notti di degenza. Sono previste due grandi incisioni che attraversano il corpo in senso circolare: una parte dalla piega dell’inguine e prosegue dietro la schiena appena al di sopra dei glutei; l’altra, invece, dipende dal grado di lassità dei tessuti. In genere viene effettuata all’altezza del primo rotolino e, passando dalla linea ascellare, prosegue anch’essa dietro la schiena, quasi come a delineare un bustino. Effettuate le incisioni si andrà a scollare il tessuto dai muscoli sottostanti e il “bustino” di pelle verrà eliminato suturando tra di esse le due incisioni. Come ultimo passaggio è previsto il riposizionamento dell’ombelico e la medicazione delle incisioni con inserimento di due drenaggi.

addominoplastica circonferenziale
Incisioni

Recupero

Il giorno seguente verrà fatta indossare una speciale guaina contenitiva, che aiuterà il corpo a mantenere la nuova forma. È consigliabile effettuare qualche breve camminata per agevolare lo smaltimento dei liquidi ed evitare che se ne formino di nuovi. Dopo qualche giorno verranno rimossi i drenaggi. Gran parte dei punti verranno assorbiti dal fisico, mentre quelli che si saranno staccati verranno rimossi dopo circa una settimana. La guaina contenitiva dovrà essere indossata per almeno tre settimane e, durante questo periodo, si dovrà evitare di fumare e fare molta attenzione ai movimenti. Esposizione solare ed attività fisica dovranno essere sospese per almeno due mesi, l’una per non alterare il colore della pelle e quindi rendere più visibile la cicatrice e l’altra per non sottoporre il fisico ad affaticamento mentre è ancora debilitato. 

Belt lipectomy

La belt lipectomy rappresenta una variante della addominoplastica circonferenziale che prevede la rimozione della cute in eccesso in due tempi: durante il primo si va a lavorare sull’area anteriore del tronco, mentre durante il secondo si va a rimodellare l’area dei fianchi e della schiena. Secondo alcuni chirurghi questa tecnica consente di ottenere una maggior definizione del punto vita. Tuttavia, la cicatrice viene posizionata leggermente più in alto rispetto alla tecnica classica e quindi risulta più difficile da occultare.

Costo

Trattandosi di un intervento riservato a chi abbia sofferto in passato di obesità, e poiché l’obesità è considerata una malattia, l’addominoplastica circonferenziale viene generalmente coperta dal Sistema Sanitario Nazionale.

 

Immagini:

Fig.1-2, incisioni: https://youtu.be/HowDpEafJeI

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.