18˚ Congresso Internazionale di Medicina Estetica Agorà-Amiest

18 congresso internazionale di medicina estetica

Bellezza e benessere tra sicurezza e innovazione

Si è concluso il 15 ottobre a Milano il 18˚ Congresso Internazionale di Medicina Estetica Agorà-Amiest. L’evento ha riunito quasi 3 mila medici provenienti da tutto il mondo.

È stata un’occasione per presentare nuove tendenze, metodiche all’avanguardia e gli ultimi prodotti sul mercato. Ha rappresentato anche un’ottima opportunità “per fare il punto sullo stato dell’arte”, come ha affermato il prof. Alberto Massirone, presidente del XVIII Congresso Internazionale di Medicina Estetica Agorà-Amiest.

Per quanto riguarda l’organizzazione dell’evento, le novità di quest’anno sono state le sessioni suddivise per area del corpo e la presenza di “Giornate specialistiche” dedicate ad ambiti attinenti alla medicina estetica.

18 congresso internazionale di medicina estetica
18˚ Congresso Agorà

Ma vediamo più nel dettaglio gli argomenti trattati.

I numeri

La Medicina Estetica è un settore che si conferma in continua ascesa. L’Italia si colloca al settimo posto nella classifica mondiale per interventi estetici eseguiti, ed è quarta in Europa. Il paziente medio ha un’età compresa tra i 35 e i 50 anni e, in quasi la totalità dei casi, dopo il colloquio iniziale, sceglie di affidarsi al protocollo suggerito dal medico estetico. Una piacevole sorpresa è l’alta percentuale di pazienti stranieri che si affidano alle cure di medici italiani, confermando il grado di preparazione e professionalità disponibile sul nostro territorio.

Il decalogo della sicurezza

I dati soprariportati sottolineano l’interesse da parte dei pazienti verso metodiche minimamente invasive. Per questi pazienti è stato elaborato un Vademecum per la Sicurezza in Medicina Estetica, che fornisce un valido sostegno nella ricerca del medico estetico. Si tratta di una raccolta di dieci domande da porre allo specialista per la valutare la sicurezza dei trattamenti ai quali si decide di sottoporsi. Gli elementi fondamentali sono, naturalmente, il background formativo del medico prescelto, un’accurata visita pre e post operatoria e l’utilizzo di device ampiamente sperimentati e tracciabili.

Sessioni suddivise per distretto anatomico

18 congresso internazionale di medicina estetica
Da sinistra, il prof. Mario Mariotti,il prof. Alberto Massirone e la prof.ssa Nadia Tamburlin del comitato scientifico

Sono intervenuti svariati relatori, del calibro della dott.ssa Patrizia Piersini, del dott. Sergio Noviello e della dott.ssa Raffaella Sommariva.

Per quanto concerne il collo, ad esempio, si è parlato dei complessi ibridi cooperativi di acido ialuronico, in grado di tonificare la zona con una durata otto volte superiore ai comuni biostimolanti.

La sessione dedicata al ringiovanimento delle labbra, invece, ha evidenziato un cambio di tendenza, più rivolto all’armonia del volto che alle dimensioni. Tra i prodotti e le metodiche pensati per rispondere a questo mutamento ci sono i fili in Policaprolactone, che consentono un’azione riempitiva e contemporaneamente biostimolante.

Anche relativamente ai glutei si ricerca maggiormente un rispetto delle proporzioni, piuttosto che le forme esagerate apprezzate oltreoceano.  In questo campo un intervento efficace e di grande tendenza è sicuramente il Brazilian Butt Lift.

La più grande rivelazione arriva però dalla ginecologia estetica. Quasi il 30% delle donne italiane sopra i 40anni, infatti, vorrebbe sottoporsi ad un ringiovanimento vaginale per migliorare il proprio benessere sessuale. A questo scopo può intervenire la tecarterapia, già utilizzata in fisioterapia e per combattere la cellulite. Da uno studio si evince come il trattamento sia efficace anche per ripristinare la tonicità della cute esterna dell’area genitale.

I nuovi prodotti estetici

Tante le novità presentate anche dalle più note case di produzione di device per l’estetica. Il convegno, infatti, è stato l’occasione per annunciare il lancio di una nuova serie di prodotti Restylane, ora la gamma più estesa al mondo di filler all’acido ialuronico. I Teoxane Laboratories, invece, si sono concentrati sui danni causati dall’esposizione solare. Presente all’appello anche Bocouture®, la tossina botulinica prodotta da Merz Aesthetics, che rappresenta la prima neurotossina in Italia approvata anche per il trattamento delle rughe orizzontali della fronte. Allergan, infine, ha buone notizie per tutti coloro la cui stima è minata dalle orecchie a sventola. EarFOLD® è un dispositivo innovativo e poco invasivo per correggere immediatamente la problematica.

Farmacosmetico

Particolarmente interessante è stato il concetto di farmaco-cosmetico. Si tratta di formulazioni personalizzabili, realizzate specificatamente per il paziente. Si unisce così l’efficacia dei farmaci alla “gradevolezza cosmetica”, per un prodotto di bellezza unico. La miscela viene realizzata in base alle percentuali indicate dal medico, pertanto può essere acquistato solo dietro presentazione della ricetta. I dosaggi possono essere modificati di volta in volta e al paziente spetta la scelta della forma cosmetica, ad esempio tra creme, maschere o sieri. L’idea dimostra come la medicina estetica sia in continuo sviluppo per andare incontro alle necessità di un numero sempre crescente di pazienti.

Materiale fornito per gentile concessione di Agorà, Società Scientifica Italiana di Medicina a Indirizzo Estetico

SOCIAL
SEGUICI SU:
Beautyportale: un mondo a cui tutti, uomini e donne, possono accedere per cercare le risposte alle loro domande su bellezza, salute, benessere, sport, massaggi, alimentazione, chirurgia plastica, wellness ed estetica. Uno spazio ricco di spunti per vivere una vita all'insegna dell'equilibrio e della cura di se stessi.