Liposuzione Alimentare contro gli Accumuli Adiposi

liposuzione alimentare

 

Cos’è

La liposuzione alimentare è un trattamento dimagrante che consente un calo ponderale concentrato soprattutto nelle zone interessate da adiposità localizzate. È un metodo rapido ed efficace che permette di perdere peso senza intaccare i muscoli e la massa magra, e soprattutto senza soffrire la fame.

Origini

La liposuzione alimentare poggia le sue fondamenta sulla dieta proteica di Blackburn, professore dell’Università di Harvard. Negli anni ’70, infatti, Blackburn sviluppa un regime alimentare restrittivo per scongiurare l’obesità e il sovrappeso dilaganti in America. Da alcuni definita “digiuno proteico”, questa dieta prevede la totale assenza di carboidrati in favore di proteine e aminoacidi. Dal punto di vista della perdita di peso, la dieta Blackburn è estremamente efficace, ma deve essere seguita alla lettera poiché il minimo sgarro comporta l’annullamento dell’intero percorso svolto.

La liposuzione alimentare, invece, nasce circa vent’anni fa a partire dalla dieta Blackburn; un gruppo di esperti di alimentazione, infatti,  sviluppa un piano alimentare che prevede un normale apporto di proteine (circa 1,4 grammi per chilo), sali minerali, vitamine e aminoacidi. A differenza delle diete cosiddette iperproteiche, infatti, la liposuzione alimentare rispetta le tabelle LARN, ossia i Livelli di Assunzione di Riferimento dei Nutrienti stabiliti dalla Società Italiana di Nutrizione Umana e consultabili qui

Inoltre, dura al massimo 20 giorni e mira alla reintroduzione controllata dei carboidrati, così da ripristinare in un paio di mesi un’alimentazione normale e completa, senza però riprendere i chili persi.

Curiosità

L’80% delle persone che cominciano una dieta, non la portano a termine.

Caratteristiche della liposuzione alimentare

liposuzione alimentare

La liposuzione alimentare è un protocollo dietologico, da affrontare esclusivamente sotto indicazione e controllo medico. Il suo nome deriva proprio dalla capacità di eliminare gli accumuli adiposi, senza tuttavia ricorrere alla chirurgia.

La liposuzione alimentare è basata sull’utilizzo di un particolare integratore alimentare, chiamato Amin 21K; esso è stato sviluppato sulla base delle percentuali di aminoacidi essenziali individuate da Meister e messe a punto da Blackburn.

Amin 21K contiene proteine, aminoacidi e potassio, in grado di attivare nell’organismo un processo chiamato chetosi: si priva, cioè, il fisico dell’energia derivante dal glucosio, così da costringerlo a utilizzare le riserve di acidi grassi. Un metodo molto efficace per perdere peso e al tempo stesso rimodellare la silhouette. Riassumendo, infatti, la liposuzione alimentare obbliga il corpo a nutrirsi delle riserve di grasso in eccesso, smaltendole. 

La massa magra è preservata dall’assunzione delle proteine, così da ridurre esclusivamente il grasso in eccesso accumulato nelle classiche zone quali fianchi, glutei e cosce. La chetosi, inoltre, favorisce l’assenza dello stimolo della fame già dal secondo giorno di trattamento, poiché evita i picchi glicemici. Allo stesso tempo, gli aminoacidi presenti nell’integratore stimolano la produzione di ormone della crescita (GH) che inibisce la sintesi di tessuto adiposo prevenendo la formazione del grasso.

Il trattamento è semplice e si svolge in tempi brevi. In primis, bisogna calcolare il peso ideale che si vuole raggiungere e poi stabilire il protocollo adatto in base al grado di sovrappeso. Terminato il ciclo previsto, si prosegue con una fase di mantenimento, pensata per stabilizzare i risultati ottenuti. Se, al termine di questo periodo, il peso ideale non è ancora stato raggiunto, la liposuzione alimentare viene ripetuta dall’inizio.

Approfondimento
Benefici ed Effetti negativi dell'ormone della crescita

Ormone della crescita

Prodotto dall'ipofisi, l'ormone della crescita è particolarmente presente in età puberale allorché stimola l'aumento di statura. Ma questo non è il suo unico scopo.

Benefici del GH

L'ormone della crescita è apprezzato anche in età adulta per una serie di proprietà molto interessanti:

-Favorisce lo smaltimento degli acidi grassi aiutando a dimagrire (come abbiamo visto nella liposuzione alimentare);

-Aumenta la prestazione sportiva (è considerato una sostanza dopante negli sport ad alto livello);

-Rallenta gli effetti dell'invecchiamento.

Effetti collaterali

Proprio per le ragioni sopra riportate, non è raro che si assumano dosi di GH superiori alle quantità medie fisiologiche. In questi casi non mancano rischi anche piuttosto gravi, dalla ritenzione idrica alla cardiopatia, dai dolori muscolari al diabete. Nei giovani inoltre, un abuso di questa sostanza può comportare gigantismo; negli adulti invece può causare acromegalia, uno sviluppo anomalo di ossa e tessuti molli che provoca un'alterazione della fisionomia e degli arti.

Carenza di ormone della crescita

Gli effetti negativi, del resto, non mancano nemmeno in caso di ridotta produzione di GH. Nei bambini si può andare incontro a nanismo, mentre negli adulti si riscontra un calo energetico che può essere accompagnato da bradicardia, aterosclerosi e insulino-resistenza. 

Applicazioni

La liposuzione alimentare è consigliata in caso di sovrappeso lieve o moderato, obesità o necessità di dimagrire velocemente. Vi sono, infatti, patologie compresenti o interventi chirurgici a cui non è possibile sottoporsi a causa del peso troppo elevato. 

Vantaggi

I principali vantaggi della liposuzione alimentare sono:

  • Elimina gli accumuli adiposi;
  • Inibisce la sensazione di fame;
  • È di breve durata;
  • Viene eseguita esclusivamente sotto controllo medico;
  • Fa perdere solo la massa grassa;
  • Non prevede l’utilizzo di farmaci;
  • Mantiene mente e corpo attivi e vivaci;
  • Fa perdere tra il 7% e il 10% del peso di partenza;
  • Costa quanto un normale piano alimentare.

Trattamento

liposuzione alimentare

La liposuzione alimentare è organizzata secondo un rigido protocollo. A partire da analisi cliniche dettagliate, viene individuato il peso ideale e ad esso si associano tre diverse tipologie di trattamento. Ognuna presenta gli stessi benefici delle altre, sebbene studiata su diverse condizioni di partenza.

Trattamento Aminoacidico

Della durata di 14 o 21 giorni, questo protocollo è indicato per il lieve sovrappeso e prevede un’alimentazione basata solo su proteine e verdura, escludendo quindi del tutto sia gli zuccheri che i grassi.

La percentuale di proteine da assumere viene calcolata tenendo in considerazione le tabelle nutrizionali, cosicché il regime alimentare risulti normoproteico ed equamente suddiviso tra carne, pesce e Amin 21K.

L’apporto di proteine nella liposuzione alimentare si calcola moltiplicando il peso ideale – individuato nella visita iniziale – per 1.5 o 1.2, a seconda che si tratti rispettivamente di un uomo o di una donna.

Sempre a partire dal peso ideale, va stabilità la quantità di Amin 21K da assumere:

  • 2 bustine al giorno fino a 50 Kg;
  • 3 bustine al giorno da 51 a 65 Kg;
  • 4 bustine al giorno oltre i 65 Kg.

Sottraendo poi al fabbisogno proteico totale, quello corrispondente alle bustine di integratore alimentare, si otterrà la quantità di proteine da ingerire con il cibo. Sul sito viene spiegato anche come calcolare questo valore.

Per quanto riguarda invece l’apporto di verdure, esso sarà pari a circa 400-600 grammi al giorno.

Curiosità

Secondo le statistiche, l’intenzione di mettersi a dieta scatenerebbe in realtà un aumento nel consumo di cibo, soprattutto quello ipercalorico. Ecco perché sarebbe meglio sostituire l’intenzione con l’azione.

Sondino senza sondino

A differenza del precedente, questo protocollo è dedicato al trattamento del sovrappeso moderato e ha una durata di 10 giorni. Esso comporta l’assunzione di proteine esclusivamente attraverso l’integratore disciolto in acqua.

La quantità di proteine viene calcolata come sopra, ma la distribuzione delle bustine di Amin 21K nel corso della giornata è a discrezione del paziente. Allo stesso modo, non esiste un quantitativo massimo di acqua da assumere, ma si consiglia di restare attorno ai 2 litri.

Terminato il trattamento si prosegue con una fase di mantenimento di circa 2-3 settimane, durante la quale si cominceranno a reintegrare le proteine dal cibo per poi proseguire con una dieta ipocalorica. I nutrienti verranno sempre stabiliti dal nutrizionista in base alle abitudini del paziente e allo stile di vita svolto.

Il sondino senza sondino è particolarmente efficace per regolarizzare i valori di glicemia e colesterolo. Tuttavia, è controindicato in caso di patologie renali gravi o qualora la creatinina sia superiore a 1,4 mg/dl.

Sondino

Rivolto ai casi di obesità o grave sovrappeso, consiste nell’assunzione per un periodo di 10 giorni, di Amin 21K tramite un sottile tubicino, collegato ad una pompa nutrizionale, che dal naso viene fatto passare nello stomaco. L’inserimento viene svolto dal medico in ambulatorio e non prevede alcun intervento chirurgico né anestesia.

Anche in questo caso, dunque, il fabbisogno di proteine giornaliero, calcolato come sopra, viene soddisfatto solo per mezzo dell’integratore. Esso viene  quindi diluito in acqua all’interno di un contenitore a parte e poi trasferito nella sacca collegata alla pompa nutrizionale. Vengono calcolate circa 2 sacche ogni 24 ore, preparate dal medico prima di accendere e programmare i temi di svuotamento della pompa. 

Anche per questo trattamento valgono gli accorgimenti visti nel sondino senza sondino per quanto riguarda i reni e i valori di glicemia e colesterolo.

La liposuzione alimentare non è una dieta

liposuzione alimentare

A contribuire al fallimento di un regime alimentare dietetico concorrono la sua efficacia e la sua efficienza. In altre parole,  perché una dieta abbia successo è necessario abbinare ai buoni risultati la fedeltà del paziente, o per meglio dire, la sua volontà di portare a termine il protocollo. Il problema principale delle diete al giorno d’oggi, infatti, è che non vengono seguite fino in fondo, sostituite alla prima occasione dalla cura dimagrante più nuova.

Inoltre, una dieta ipocalorica bilanciata – in genere – comporta una perdita sia di massa grassa che di massa magra (muscoli), più o meno nelle stesse percentuali. La liposuzione alimentare, invece, prevede un costante apporto di aminoacidi che alzano i livelli del GH e mantengono quelli della massa magra.

Ecco perché, dunque, la liposuzione alimentare si configura più come un trattamento che come una dieta, dalle tempistiche brevi e dai risultati concreti, visibili in poco tempo. Il suo segreto, infatti, sta proprio nella possibilità di perdere peso velocemente senza rischiare però di riprenderlo subito dopo; e sempre sotto stretto controllo medico.

Costi

Una bustina di Amin 21K costa circa 2,5€ e ne occorrono al massimo 6 per i trattamenti con solo integratore (nei quali però non è previsto altro cibo e quindi si risparmia sulla spesa). In linea di massima il costo al giorno è lo stesso previsto da un’alimentazione normale.

Controindicazioni ed effetti collaterali

I trattamenti del protocollo di liposuzione alimentare possono causare meteorismo, alitosi, stipsi, cefalea, ritenzione idrica e irritabilità. Se dovessero insorgere, il medico consiglierà i metodi migliori per trattarli.

La liposuzione alimentare inoltre è controindicata in caso di gotta, gravidanza o allattamento, patologie epatiche o renali e diabete.

Questo tipo di alimentazione costituisce un carico di lavoro molto elevato per l’organismo, soprattutto a carico dei reni e del fegato. Pertanto è consigliabile intraprendere la liposuzione alimentare solo ed esclusivamente sotto attento controllo medico.